Perché lettrice geniale?

Sono una lettrice?
Eccome!
Sono un genio?
Decisamente no.
Perché allora ho scelto di chiamare questo blog La lettrice geniale?
Di sicuro non ti sfuggirà il richiamo alla quadrilogia di Elena Ferrante, che ha conquistato lettori in tutto il mondo…
Senza ambire al successo interplanetario di quei romanzi, questo spazio dedicato ai libri vuole essere un luogo d’incontro per lettori appassionati, ma anche per quelli che ancora non sanno di esserlo.
Perché, a mio avviso, non esistono NON LETTORI.
Esistono LETTORI IN CERCA DEL LIBRO GIUSTO: quello GENIALE che fa venir voglia di arrivare alla fine senza staccarsi mai dalle pagine.

Elena Giorgi

Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, mi sono trasferita a Milano nel 2008 e per molto tempo sono stata un angelo custode di eventi. Oggi lavoro tra sport e turismo, anche se a vedermi non si direbbe.
Da anni mi occupo anche di libri: modero incontri letterari, ho ideato e realizzato la rassegna Segreta è la notte e conduco il primo gruppo di lettura italiano interamente dedicato agli esordi letterari, legato alla libreria La Scatola Lilla di Cristina Di Canio, a Milano.
Faccio parte del gruppo di grandi lettori selezionati da L’Indiscreto per votare tre volte l’anno i migliori libri italiani di narrativa, poesia, saggistica.
Nel 2021 sono in nella giura del Premio Opera Prima.
Pratico mindfulness dal 2012 e ogni giorno scelgo di sorridere.
Sono meno cattiva di quello che sembro e vorrei morire ascoltando “La Bohéme” di Puccini.

Qui trovi una piccola rassegna stampa e anche i guest post che ho scritto per blog amici.

Proposte? LEGGI QUI!

AGGIORNAMENTO AL 24 MAGGIO 2021
L’invio di proposte di lettura è strettamente limitato alle case editrici e agli uffici stampa, che possono scrivere QUI.
Non si dà seguito a proposte inviate direttamente dalle autrici e dagli autori.

NON LEGGO:
Romance, Fantasy e Fantascienza.
Libri auto pubblicati, su qualsiasi piattaforma.
Libri delle case editrici che si fanno pagare dagli autori per pubblicare (o si fanno pagare per servizi legati alla pubblicazione del libro, come editing, promozione, impaginazione o grafica).
Libri di case editrici che non curano la promozione delle proprie pubblicazioni e che, di conseguenza, istigano gli autori a trasformarsi in venditori porta a porta.
Libri delle case editrici che non pagano i propri autori, dipendenti e collaboratori.
Libri delle case editrici che sfruttano la buona fede delle persone.
Infine, leggo poesia ma non sono interessata a scriverne su questo blog.

I libri di cui si parla su questo blog spesso mi sono stati proposti e inviati dalle case editrici (copie staffetta, bozze non definitive, copie riservate alla stampa, copie in digitale).
Altri libri, invece, li ho comprati personalmente. Questi ultimi sono identificati dal bollino L’ho comprato io!.

In ogni caso, c’è a monte un’accurata selezione, dettata dai miei interessi e dai miei gusti personali.
Se un libro non mi è piaciuto non troverà spazio su questo blog, perché probabilmente non avrò perso tempo per finirlo e a maggior ragione ne investirò per scriverne.
In questo spazio ci sono solo i libri che ho veramente letto e che voglio condividere con altri lettrici e lettori.

no all'editoria a pagamento
L'ho comprato io!