Scintille di Minerva

Giovani autrici per le Scintille di Minerva

I dati su libri e lettura sono sempre più preoccupanti. In Italia si pubblica tanto ma si legge poco, così ci dice l’Istat con il consueto rapporto che ci fa deprimere e strappare i capelli. Solo il 5,7% degli italiani legge almeno un libro al mese, diventando così un lettore forte. Ma è davvero forte chi legge 12 libri all’anno? Si (e ci) salvano i giovani, che leggono più degli adulti, grazie anche a un’accattivante produzione letteraria adatta alle loro esigenze. Insomma, siamo italiani, popolo di non lettori con tantissimi romanzi nel cassetto, come se ci venisse molto più naturale scrivere che leggere. Ma anche su questo aspetto, da oggi posso dire che i (veri) giovani hanno una marcia in più. Ho infatti scoperto il concorso letterario Scintille di Minerva, promosso dalla casa editrice bolognese Minerva, che si rivolge agli studenti delle scuole superiori italiane, cercando nuovi talenti che abbiano belle storie da raccontare. Scintille di Minerva Giunto quest’anno alla terza edizione e aperto anche alle scuole italiane all’estero, il concorso gode del sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e cerca nuovi autori di romanzi o di antologie di …

Continue reading
Il contrario delle lucertole di Erika Bianchi

Il contrario delle lucertole di Erika Bianchi

Spero che mi fermi, che mi dica: Ma no Marta, vai, ci penso io, vedrai che non è niente. Non gli crederei, andrei a cercarla lo stesso, come si fa a non preoccuparsi? Ma almeno, almeno mi riconoscerebbe il diritto alla spensieratezza. Mi esonererebbe dalla responsabilità. Ho pensato molto a lungo a quale citazione de Il contrario delle lucertole dare la ribalta per iniziare questo post. Sento il desiderio di colpirvi subito al cuore, così come è accaduto a me dopo pochi attimi dall’immersione nella drammatica storia famigliare di Nanni e Isabelle, fratello e sorella, figli dello stesso uomo e cresciuti in mondi distanti ma non troppo diversi. Ho scelto di sbattervi in faccia le parole che più di altre danno forma a un’ovvietà che non ho mai potuto fare mia: i figli, fino a quando sono giovani e fragili, avrebbero diritto a vivere con spensieratezza. Questo diritto, a volte, può non appartenerci. Ed ecco la genesi dei nostri mostri interiori, descritta con lucida e abile capacità narrativa nell’opera seconda di Erika Bianchi. IL CONTRARIO DELLE LUCERTOLE Lo diceva anche Tolstoj nell’incipit di Anna Karenina che tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro e ogni famiglia infelice è infelice a suo …

Continue reading