Il giorno mangia la notte di Silvia Bottani

Il giorno mangia la notte di Silvia Bottani

È un esordio deflagrante quello di Silvia Bottani, da poche settimane in libreria con il romanzo Il giorno mangia la notte, pubblicato da SEM.Un romanzo maturo, già caratterizzato da una voce autoriale forte, che scava nelle profondità più intime dei suoi personaggi senza però mai giudicarli perentoriamente.Il libro sarà protagonista dell’incontro del gruppo di lettura Absolute Beginners del mese di marzo nella libreria Scatola Lilla di Milano. Il giorno mangia la notte Milano, estate.Chi abita e conosce profondamente questa città la ritroverà in ogni pagina, quarta protagonista di una storia che come il fuoco scotta ma illumina.Chi, invece, di Milano ha in mente solo lo smog e i palazzi di vetro, qui troverà uno sguardo profondo e realistico sugli abissi meno noti e probabilmente più vivi e pulsanti. Naima ha venticinque anni, fa l’insegnante di sostegno, è nata in Italia e ha la pelle caffellatte del Marocco. Non pensava mai alle sue origini A meno che qualcuno non glielo facesse notare ma davanti ai ragazzi che le chiedevano località talvolta vacillava c’era un mondo fuori pronto e ricordarle che era solo per un semplice caso se lei non si trovava al loro posto che non era e non sarebbe mai …

Continue reading
Olocaustico di Alberto Caviglia

Olocaustico di Alberto Caviglia

Ho riso parecchio leggendo Olocaustico di Alberto Caviglia, pubblicato dalla casa editrice Giuntina.Ho riso tanto e sentendomi un po’ in colpa, perché probabilmente non si dovrebbe farlo leggendo di negazionismo e antisemitismo. Eppure qui succede e, alla fine, quel ridere è solo preludio di lacrime e sbuffi di disperazione verso un’umanità sballata ed esausta, che rotola sempre più nell’abisso del non ritorno.Ne parleremo il prossimo 19 febbraio durante il gruppo di lettura Absolute Beginners. Olocaustico 2023.Siamo in un mondo in cui a vincere il Premio Nobel per la medicina è l’inventore di un rimedio omeopatico contro il mal di testa. Un mondo in cui il Museo Ebraico di Berlino chiude nel totale disinteresse di tutti. Un’epoca in cui le fake news sono ormai diventate realtà, a forza di non essere controllate e smentite da esseri umani troppo pigri e ignoranti per farlo. Negli ultimi anni i movimenti negazionisti si erano rafforzati in tutto il mondo, riuscendo grazie a un lungo lavoro di disinformazione a mettere in dubbio l’effettiva (e un tempo indiscutibile) portata storica della Shoah. Nonostante il loro numero fosse notevolmente diminuito, l’unico argine per contenere questa inquietante deriva era rappresentato solo dai pochi superstiti ancora in vita. I …

Continue reading
A pelle scoperta di Francesca Piovesan

A pelle scoperta di Francesca Piovesan

Quanti pregiudizi sui racconti!Io per prima li ho sempre snobbati, pensando che la brevità della storia non mi avrebbe consentito di entrare in sintonia con i personaggi e le loro vicende.Sbagliavo, perché la bravura di un autore di racconti sta proprio nel riuscire a coinvolgere il lettore con poche pagine scritte.Un talento che appartiene a Francesca Piovesan, autrice della raccolta A pelle scoperta, pubblicata da Arkadia e protagonista dell’incontro del 18 dicembre del gruppo di lettura Absolute Beginners. A pelle scoperta Ha occhi grandi Francesca Piovesan, occhi attenti a scrutare il mondo e coglierne le minuzie più significative.È questo particolare dono a emergere nei quindici racconti che compongono il suo primo libro.La capacità di usare uno stile minimalista per raccontare l’inaspettata profondità di certi attimi vitali. Storie di quotidianità apparentemente banali, raccontate con una sensibilità tale da trasformarle in monito, incoraggiamento, dogma.È questo il primo effetto di una narrazione vera, sincera, essenziale, mai autoreferenziale. Lei e Armando non si sopportavano più nella maniera più semplice da capire e da spiegare agli amici e ai genitori di entrambi che chiedevano preoccupati cosa stesse accadendo. Lei trovava lui insopportabile, lui trovava lei insopportabile. Nessun tradimento, nessun innamoramento, nessun gesto dettato da rabbia, litigavano …

Continue reading