Capacità vitale di Francesca Scotti

Capacità vitale di Francesca Scotti

Cambiare vita.Mai come in questi giorni stiamo tutti riflettendo su questo.Arriva quindi al momento giusto la lettura dell’ultimo romanzo di Francesca Scotti, Capacità vitale, pubblicato nel 2019 da Bompiani. Capacità vitale Adele è un giovane avvocato.Ha accettato di difendere due gemelli, allevatori di maiali accusati dalle associazioni animaliste di maltrattare le bestie già costrette a una atroce non-vita da allevamento intensivo. Rimasta orfana da bambina e cresciuta dai nonni, Adele è una donna molto trattenuta, apparentemente dura, immorale e insensibile.Ama avere il controllo della propria vita e non a caso pratica immersioni subacquee, un passatempo in cui rispettare le regole è necessario per non incappare in brutti incidenti. Sott’acqua ogni cosa è lenta, rallentata, sedata. Le parole mancano. Le onde sonore si propagano velocemente eppure si fatica a sentire. Quello che si sa è che si è resta in superficie. L’acqua è elemento, origine, solvente; il cervello è fatto d’acqua, l’acqua vedere con i miei occhi, pensa Adele. È proprio la momentanea perdita di controllo a salvarle la vita.In vacanza con amici appassionati di immersioni – Nora, Damiano, Enrico, poi il nuovo arrivato Matteo e la giovane Zoe – Adele subisce un lieve attacco di panico che la costringe a …

Continue reading
Aglaja Veteranyi - Perché il bambino cuoce nella polenta

Le acrobazie di Aglaja Veteranyi

Ci sono colpi di fulmine che non sono poi così inaspettati.Due anni fa, leggendo le poche e immaginifiche pagine de Lo scaffale degli ultimi respiri, pubblicato in Italia da Keller nel 2011, sentii di aver ritrovato un pezzetto della mia anima nella scrittura di Aglaja Veteranyi.Un incontro letterario che sapeva di casa e famiglia. Aglaja Veteranyi Nata in Romania nel 1962, Aglaja Veteranyi ha lasciato questo mondo quarant’anni più tardi.Nel 2002, dopo aver passato tutta l’infanzia vagabondando per l’Europa e per il mondo e aver poi scelto la Svizzera come terra in cui fermarsi a quindici anni, Aglaja decise di suicidarsi gettandosi nel lago di Zurigo. Figlia di un clown e di un’acrobata che si esibiva appendendosi per i capelli al tendone del circo, la Veteranyi crebbe portandosi dentro l’opprimente e perenne senso di fuga dei rifugiati.La famiglia scappava dalla fame, dalle torture, dalla paura imposta dal regime di Ceausescu.Quella paura, per molto tempo – o forse per sempre -, fu parte di lei.La paura che il padre ubriaco diventasse molesto e che la madre, suo immenso punto di riferimento, si facesse male.La paura di non riuscire mai a sentirsi libera. Libera come avrebbe voluto essere, leggera come una farfalla …

Continue reading
Susi corre di Silvia Rocchi

Susi corre di Silvia Rocchi | Intervista

Un graphic novel di grande formato con disegni dai colori vivaci, che immediatamente catturano l’attenzione dei lettori: è Susi corre, ultima opera di Silvia Rocchi, pubblicata da Canicola nella collana Sudaca e parte del progetto Dalla parte delle bambine, per la promozione e diffusione di una cultura della non discriminazione a partire dall’educazione sentimentale. Susi corre Susi è nel pieno dell’adolescenza. Vuole uscire con le amiche, divertirsi, non pensare a niente altro che non sia riuscire a stare sola con Simone, il ragazzo che le piace e che pure la sua amica Vera vorrebbe.Frivola e gioiosa, Susi non vede l’ora di immergersi tra le attrazioni del luna park allestito per la fiera del paese, l’appuntamento che ogni anno le fa vivere emozioni ancora sconosciute e prese con la spavalda intensità di chi ancora non s’è affacciata alla vita adulta. Il nonno di Susi, Luigi, ha tutt’altro carattere. La vita l’ha deluso, il passato lo pungola e continua a risvegliare rimpianti mai placati. Dov’è finita la sua giovinezza? La passione dell’uomo che sapeva abbracciare e baciare la donna amata? In questo scontro generazionale che ha come sfondo i mille occhi e le troppe voci della più classica provincia italiana, s’insinua la …

Continue reading