La lettrice geniale | il blog di Elena Giorgi
L'anno in cui imparai a leggere di Marco Marsullo

L’anno in cui imparai a leggere di Marco Marsullo

Si rischia di cadere nel banale quando si tratta di raccontare un romanzo come L’anno in cui imparai a leggere di Marco Marsullo, pubblicato da Einaudi.Il rischio è quello in cui ci si può imbattere quando si ha a che fare con quei libri che vengono unanimemente definiti “belli” ed “emozionanti”, perché si sa che in quest’epoca di rabbia, disagio e dolore, qualsiasi cosa propaghi bellezza ed emozioni positive tenda a passare per ordinaria e superflua.Non può però esserci nulla di banale in un romanzo che riscrive, tra lacrime di commozione e fragorose risate, il significato profondo della parola famiglia. L’anno in cui imparai a leggere Niccolò ha venticinque anni e un romanzo di successo alle spalle.Simona ha la stessa età ed è già madre.Un colpo di fulmine li unisce immediatamente in una Napoli accogliente e caciarona, dando vita a una relazione che subito deve fare i conti con la realtà e il senso del dovere di una mamma alle prese con un figlio di quattro anni, il piccolo e malinconico Lorenzo. Lorenzo non ha mai conosciuto suo padre. Simona lo ha incontrato durante l’Erasmus in Spagna e di quel bel ragazzo argentino non ha poi saputo più nulla, crescendo …

Continue reading
Mercedes di Daniel Cuello

Mercedes di Daniel Cuello

La bravura di un autore si definisce anche e soprattutto dalla capacità di dare spessore ai propri personaggi, e in questo, mi sento di dirlo senza piaggeria, l’argentino Daniel Cuello eccelle indiscutibilmente. Dopo averci conquistati con la variegata umanità del precedente Residenza Arcadia, con Mercedes – ultimo grapich novel uscito ancora per Bao Publishing – Cuello ci regala il personaggio femminile che più di ogni altro resterà in questo 2019 in chiusura. Mercedes È la donna più potente del mondo, non c’è nulla che non passi sotto i suoi occhi e che non sia abilmente pilotato dalla sua volontà.È Mercedes, ricchissima, glaciale, infallibile. Mostruosa. Il pianeta è ormai al limite delle proprie risorse, la siccità impera, povertà e fame hanno preso il sopravvento e il futuro appare oscuro e privo di qualsiasi barlume di speranza.Politica, economia, ambiente, società, Mercedes ha le mani in pasta in ogni cosa che determini le nostre vite, senza occhi di riguardo o compassione, perché il. suo sguardo è crudo e impietoso, perché le sue mete sono potere e profitti. Qualcosa però è andata storta.Mercedes ora è in fuga con il suo staff, inseguita da un esercito che deve catturarla, imprigionarla, renderla inerme.Forse sa troppo, forse …

Continue reading
Il figliolo della Terrora di Silvia Cassioli

Il figliolo della Terrora di Silvia Cassioli

Se Il figliolo della Terrora fosse un film, il regista sarebbe stato sicuramente il compianto Mario Monicelli!Il romanzo d’esordio di Silvia Cassioli, pubblicato da Exorma, ha i tratti più belli della commedia all’italiana del dopoguerra ma anche quelli più cupi delle opere degli anni settanta, generi entrambi capaci di raccontare i drammi della vita con l’afflato di un sorriso dolceamaro,Per questo e per molti altri motivi, è stato scelto per l’incontro del 27 novembre del gruppo di lettura Absolute Beginners. Il figliolo della Terrora È la leggendaria Rosina Terrosi, nata nel 1926 tra le colline toscane, a colpire immediatamente l’immaginario del lettore.Perché questa donna, operaia in un pelificio, è stata soprannominata Terrora?Forse per il carattere così determinato e furioso? Per la combattività nel difendere le proprie convinzioni? O perché è riuscita a imporsi su un marito inetto e succube di quattro sorelle scansafatiche? La Terrora partorisce il figlio del Cricche il 14 luglio 1948.Non un giorno qualunque ma una data che toglie il fiato agli operai, al popolo, ai comunisti: quella mattina un giovane studente spara a Palmiro Togliatti, che finisce sotto i ferri.Ed ecco le manifestazioni e gli scontri sanguinosi. E pure i primi vagiti di Omero. Omero l’occhialuto, …

Continue reading