La lettrice geniale | il blog di Elena Giorgi

Beautiful music di Michael Zadoorian

Non mi stupirei se Beautiful Music diventasse un film, come già accaduto a The Leisure Seeker, portato sul grande schermo da Paolo Virzì. Il nuovo romanzo di Michael Zadoorian, in uscita domani 24 maggio per Marcos y Marcos, ricorda le atmosfere cinematografiche di film cult come Almost famous, I love Radio Rock e Alta fedeltà (a sua volta tratto dal romanzo di Nick Hornby, uno dei rari casi in cui il film è quasi meglio del libro) e conferma l’abilità narrativa dello scrittore americano, che ha il grande dono di empatizzare con noi lettori fino al punto di renderci entusiasti sostenitori di ciò che stiamo leggendo. Beautiful music La voce narrante è quella di Danny Yzemski, ragazzino che cresce nella Detroit tra gli Anni 60 e 70, sconvolta dagli scontri razziali e volta ormai a un epocale cambiamento. Danny è un ragazzo sveglio e maturo, pacato e così equilibrato da sembrare un anziano pensionato che ha fatto i conti con la vita, rifuggendo ogni emozione eccessiva. Ha un padre entusiasta e saggio, che lo sprona a mettersi in gioco prendendo qualche piccolo rischio, e una madre malinconica e bipolare, che sogna per lui un futuro al college e un buon …

Continue reading »
L'uomo dei boschi di Pierric Bailly

L’uomo dei boschi di Pierric Bailly

Un anno fa ho subito un lutto improvviso che m’ha profondamente segnata. Ho perso un’amica e ancora oggi non riesco a farmene una ragione. Si può davvero metabolizzare la perdita di qualcuno che abbiamo amato? E se quel qualcuno è un genitore, si può continuare a vivere senza farsi cruccio di non averlo conosciuto e compreso abbastanza? L’uomo dei boschi di Pierric Bailly, presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino e in uscita il 22 maggio per Edizioni Clichy, è un breve memoir che si muove tra i tanti interrogativi di chi incontra la morte e continua a vivere. L’uomo dei boschi Mi attaccavo all’idea che fosse morto nel bosco come un marinaio muore in mare. Il bosco che divora l’uomo. Mio padre, un avventuriero. Il padre di Pierric è morto improvvisamente, in circostanze equivoche. Amante dei monti, dei boschi e dei laghi, Christian Bailly, poco più che sessantenne e a pochi mesi dalla pensione, durante un’inattesa passeggiata in un bosco a caccia di funghi, scivola sul terreno ripido e cade in un dirupo. Forse è morto sul colpo, forse invece è rimasto agonizzante per ore, fino a esalare l’ultimo respiro in una totale e agghiacciante solitudine. Il …

Continue reading »

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli di Chiara Moscardelli

Chiara Moscardelli è finalmente tornata in libreria! Dopo aver pubblicato il best seller Volevo essere una gatta morta, a cui sono poi seguiti La vita non è un film, Quando meno te lo aspetti e Volevo solo andare a letto presto, da oggi troviamo Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, primo capitolo di una trilogia dalle sfumature giall0-rosa. Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli Ironica, brillante e intelligente come sempre, Chiara Moscardelli ci presenta Teresa Papavero, quarantenne single un po’ cinica e disillusa, dotata di una memoria straordinaria e di un’empatia fuori dalla norma, che ama agghindarsi con accessori sgargianti e folkloristici. Dopo la laurea in psicologia e gli studi per diventare profiler, sulle orme di un padre dalla fama ingombrante, Teresa si ritrova prima commessa a Roma nel sexy shop dell’amica trans Solange e poi gestrice di un B&B con l’amica del cuore Gigia, nel piccolo paese natio in provincia di Frosinone, Strangolagalli. Un paese che la Moscardelli ha trovato dopo un’accurata ricerca online, con parola chiave “paesini piccoli con nomi bizzarri”, e scelto dopo una visita in loco accenuta durante le feste natalizie; un paesino sconosciuto ma dalle fiere radici storiche, che da oggi si ritrova …

Continue reading »