La lettrice geniale | il blog di Elena Giorgi
Benevolenza cosmica di Fabio Bacà

Benevolenza cosmica di Fabio Bacà

Fabio Bacà esordisce per Adelphi con Benevolenza cosmica, un romanzo dalla copertina vitaminica e dal contenuto che pone questioni decisamente insolite: cosa accade nella vita di un uomo sottoposto per mesi a una fortuna subdola ma ridondante? Una benignità universale che sconvolge la vita del protagonista e che dà il via a uno strampalato effetto farfalla, in una trama così originale da avermi immediatamente convinta a proporre il libro al gruppo di lettura Absolute Beginners, nell’incontro che si terrà il 23 maggio alle 19.30 nella libreria Scatola Lilla di Milano. Benevolenza cosmica L’insofferente Kurt O’Reilly (la scelta del nome è un omaggio al Vonnegut molto amato dall’autore) vive a Londra e lavora per un ente governativo che si occupa di statistica. Sposato con una scrittrice alquanto bizzarra, con cui condivide spesso il letto ma non la casa, Kurt da qualche settimana s’è accorto di soffrire di una strana benevolenza cosmica: pur impegnandosi poco sul lavoro, ha appena ricevuto una promozione; ha scoperto di avere un rarissimo tumore ma in una ancor più rara e innocua forma benigna; l’auto che ha acquistato da poco è talmente desiderata da un ricco sconosciuto, da avergli fatto ricevere una cospicua offerta in denaro; tutti …

Continue reading
Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica

Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica

Giulia Ciarapica ha la rigogliosità narrativa di chi ha radici profonde nella propria terra, da cui ha saputo trarre il miglior nutrimento, senza mai dimenticarne l’asprezza. In libreria per Rizzoli con il suo primo romanzo Una volta è abbastanza, la trentenne filologa, portabandiera della professione blogger culturale e giornalista per Il Foglio e Messaggero, ha mescolato ricordi di famiglia, ricerca storica e conoscenza del territorio, costruendo il primo capitolo di una saga che rischia di diventare un’opera classica, dando vita e voce a grandi personaggi femminili, anelli di congiunzione tra le vinte raccontate dall’ingiustamente dimenticata Maria Messina e la sfacciata e determinata Modesta di Goliarda Sapienza, passando attraverso le note Lila e Lenù di Elena Ferrante. Una volta è abbastanza Casette D’Ete, un pugno di case immerse nel sonno, poche anime miserabili ma allegre, di un’allegria incosciente e maledetta, tipica di quegli uomini che ripongono tutta la loro inconsapevole fiducia in un futuro ancora da scrivere. Ambientato nella provincia marchigiana del secondo dopoguerra, il romanzo racconta non solo il triangolo amoroso tra due sorelle – Annetta e Giuliana – e lo sciupafemmine Valentino, ma anche la storia di un popolo resiliente e operoso, capace di rialzarsi dalla devastazione e dalla …

Continue reading

C’era una volta un passero di Alejandra Costamagna

Quando vedo libri di cinquecento, seicento, settecento pagine, storco sempre il naso. Il mio primo banalissimo pensiero è: cosa avrai mai da raccontarmi, caro autore, che non possa essere fatto con duecento o trecento pagine in meno? Allo stesso modo, pungolata da un pregiudizio della stessa specie, i libri molto brevi m’instillano il dubbio che qualcosa possa essere sfuggito e che la superficialità possa aver avuto la meglio. Non è quest’ultimo il caso di C’era una volta un passero, breve raccolta di racconti di Alejandra Costamagna, pubblicata nel 2016 dalla casa editrice italo-cilena Edicola Ediciones. C’era una volta un passero I  tre racconti brevi ambientati in Cile durante gli anni della dittatura di Augusto Pinochet, hanno un’intensità tale da restituire al lettore un intero mondo di umanità ed emozioni. Le storie raccontate hanno per protagoniste ragazze adolescenti e preadolescenti, costrette a fare i conti con il devastante ma silente cambiamento delle loro condizioni familiari, dovuto all’instaurazione della dittatura e alle conseguenti epurazioni che hanno toccato le famiglie di persone comuni. Una realtà immobile ma estremamente pericolosa, che condiziona le loro vite ma di cui, in fondo, non comprendono la vera essenza, escluse da qualsiasi informazione che dovrebbe giungere loro dagli …

Continue reading