La lettrice geniale | il blog di Elena Giorgi
Ultima neve di Arno Camenisch

Ultima neve di Arno Camenisch

Ogni volta che leggo un libro dello svizzero Arno Camenisch mi ricordo ciò che desidero davvero: una vita semplice. Una vita montanara come quella di Paul e Georg, i protagonisti di Ultima neve, romanzo breve pubblicato dall’editore Keller. Ultima neve Paul e Georg gestiscono uno skilift nel Cantone dei Grigioni. Si conoscono da sempre e trascorrono insieme buona parte della loro giornata, tenendo in vita l’impianto che per anni è stato meta di tantissime persone e quindi fonte primaria della loro sussistenza. Ogni giorno raggiungono la loro baita, si accomodano e iniziano a preparasi all’arrivo degli sciatori: dividono i biglietti in pile di colore diverso, oliano gli ingranaggi affinché tutto funzioni per il meglio, vigilano sulle condizioni meteo per essere pronti a qualsiasi intemperia. Ma il tempo non è più quello di una volta. Oggi la neve stenta a scendere e quegli inverni gelidi, con muri di ghiaccio alti metri, non si vedono più da un bel pezzo. Oggi è già tanto che sui monti ci sia una spruzzata di zucchero a velo, che di certo però non basta a chi vuole indossare gli sci e scendere dalla pista più e più volte, dando un senso all’esistenza di quello skilift. …

Continue reading
Il commensale di Gabriela Ybarra

Il commensale di Gabriela Ybarra

Si può raccontare la violenza della morte e il dolore della perdita senza farsi sopraffare dalla retorica delle emozioni? È ciò che ha fatto, in maniera chirurgica e ineccepibile, Gabriela Ybarra con il romanzo breve Il commensale, pubblicato da Alessandro Polidoro Editore e finalista al Man Booker International Prize nel 2018. Il commensale La memoria è il bagaglio più prezioso che abbiamo, non importa se a volte risulti pesante e ingombrante, è in essa che confidiamo per collocarci nel mondo. Lo comprende e ce lo racconta così bene l’autrice, che non conosceva fino in fondo il passato della propria famiglia e solo in età adulta – in seguito alla precoce scomparsa della madre – indaga sulla morte del nonno, assassinato dall’ETA, l’organizzazione terroristica basco-nazionalista che a suon di feroci attentati lottò violentemente per oltre cinquant’anni per chiedere l’indipendenza dei Paesi Baschi dal governo spagnolo. Mio nonno fu sindaco di Bilbao tra il 1963 e il 1969, Presidente del Distretto di Vizcaya tra il 1947 e il 1950, del giornale El Correo Espanol – El Pueblo Vasco e del Tribunale dei Minori. Fu anche consulente di varie aziende, membro della Real Academia de la Historia e autore di dieci libri sulla …

Continue reading
Il mio anno di riposo e oblio di Ottessa Moshfegh

Il mio anno di riposo e oblio di Ottessa Moshfegh

Potrebbe essere d’ispirazione per questo mio momento di vita Il mio anno di riposo e oblio, romanzo rivelazione di Ottessa Moshfegh, pubblicato da Feltrinelli e già caso editoriale negli Stati Uniti. Come la protagonista del libro, io – come forse anche molti di voi – avrei davvero bisogno di staccare per un lungo periodo dal vorticoso fluire di pensieri in cui ogni giorno rischio di annegare. Il mio anno di riposo e oblio È un personaggio decisamente scomodo e fastidioso la Protagonista, di cui non conosceremo mai il nome. Un bellissima e giovane ragazza, da poco laureata alla Columbia, con casa nell’Upper East Side di Manhattan pagata da una rendita derivata dal lascito dei genitori. Figlia di un duro lavoratore morto di cancro e di una pigra ubriacona suicida, oggi è rimasta sola in quella fagocitante città che è la New York di Bret Easton Ellis, sempre troppo dedita all’apparenza e alla performance. Privilegiata e viziata, e forse per questo incapace di affrontare la vita e le sue conseguenze – la malattia, la fatica, il dolore, la morte -, la Protagonista decide di non opporsi al (giusto) licenziamento dalla casa d’arte in cui lavora, architettando come unica missione per l’anno …

Continue reading