Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato di Sjón

Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato di Sjón

Un romanzo breve ma estremamente intenso e vivo quello di Sjón, da poco pubblicato in Italia da Federico Tozzi Editore, nella traduzione della bravissima Silvia Cosimini. Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato ci porta nell’Islanda dei primi anni del Novecento, una terra così profondamente diversa da quella che oggi idealizziamo, e lo fa con una scrittura pulita, poetica, a tratti surreale, toccante e travolgente. Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato Máni Steinn Karlsson vive a Reykjavík con un’anziana prozia. Sedicenne orfano e appassionato di cinema, si prostituisce con diversi uomini per guadagnare qualche soldo. Máni però ha anche un’altra passione, oltre ai film muti che cerca di vedere e rivedere nei due cinema della zona. Si chiama Sóla Guðb- ed è una ragazza indomita e coraggiosa; nei sogni del ragazzo è addirittura l’alter ego della sua attrice preferita. Quando il ragazzo la rivede, Sóla Guðb- è in un gruppetto di altre ragazze in una casa di Vonarstræti, dove si insegna cucire e, si dice in giro, si discute dei diritti delle donne. In loro compagnia è vestita secondo i dettami dell’ultima moda, come qualsiasi altra signorina bene di Reykjavík, con uno spolverino all’inglese, un cappello di …

Continue reading
Due figlie e altri animali feroci di Leo Ortolani

Due figlie e altri animali feroci di Leo Ortolani

Sono pochissimi gli autori che riescono a farmi esplodere in una risata incontenibile, ovunque io mi trovi. Leo Ortolani, fumettista papà di Rat-Man, di Cinzia e Piccettino, è sicuramente il capostipite dei possessori di questo grande potere. Con Due figlie e altri animali feroci, introvabile lavoro uscito nel 2011 e ora ripubblicato da (santa) Bao Publishing, Ortolani mi ha fatta ridere e commuovere, come i romanzi più belli di solito sanno fare. Due figlie e altri animali feroci Il libro – in prosa e corredato da diverse tavole di fumetti – racconta la vicenda personale di Leo e Cate alle prese con il desiderio e la volontà d’essere genitori. Dopo aver tentato invano e non senza dolorose ripercussioni l’adozione in Italia, i coniugi Ortolani partono alla volta di Cali, in Colombia, per incontrare le due piccole che diventeranno loro figlie. Johanna e Lucy Maria, quattro e tre anni, entrano nella vita dei coraggiosi genitori rivoluzionando le loro abitudini e portando tanta felicità e altrettanto scompiglio. È un attimo prenderle per la manina e salutare tutti, che ci vediamo tra una settimana, e siamo già in taxi, di ritorno in albergo. E Johanna, in braccio a me, dice qualcosa tipo: «Adesso …

Continue reading
La rampicante di Davide Grittani

La rampicante di Davide Grittani

È di una spietatezza disarmante La rampicante, il romanzo di Davide Grittani pubblicato da LiberAria, proposto tra i candidati al Premio Strega 2019 ed escluso alla prima selezione. Escluso ingiustamente, mi viene da dire ora che conosco la storia tragica e dolorosa dei suoi protagonisti. La rampicante … perché a scappa’ so’ boni tutti, ma solo chi resta c’ha diritto de parla’. Chi resta ha diritto di parlare perché costretto a sopportare il dolore, e la disperazione, a volte, rende temerari e spudorati. Come il quasi diciottenne Riccardo, che al pranzo di Natale non riesce a contenere la rabbia ed esplode in una domanda che gela il resto della famiglia. «Lo voglio sapere! Di chi sono figlio, io?» supplicò il ragazzo. È difficile che una domanda del genere incontri risposte altrettanto dirette, a qualsiasi latitudine e a qualsiasi età. Men che meno nelle Marche. Terre straordinarie, intendiamoci. Capaci di mescolare come poche altre lavoro e silenzio, solo che qui il lavoro non è mai mancato mentre a un certo punto il silenzio ha cominciato a valere più dell’oro. Scoperta per caso nel giorno dell’attentato al World Trade Center, l’adozione diventa l’ossessione del ragazzo, che ha un solo amico, Diego detto …

Continue reading