Tutto è jazz di Lili Grün

La personale storia di Lili Grün somiglia tanto a quella della protagonista di Tutto è jazz, l’ultimo romanzo della casa editrice trentina Keller. Pubblicato per la prima volta nel 1933 e poi caduto nell’oblio, come la sua autrice, Tutto è jazz è stato recentemente riscoperto in Germania e da lì sta partendo alla conquista dell’Europa, con una storia che rimane impressa nel lettore e che rende giustizia e imperitura memoria al ricordo di Lili. Tutto è jazz Siamo a Berlino negli Anni 30, prima della guerra e prima che il nazismo scatenasse il terrore in tutta Europa. Elli è una giovane viennese, frivola e sognatrice, che ha scelto la capitale tedesca per tentare la fortuna e regalarsi una vita migliore. Ha poco più di vent’anni e ne dimostra addirittura qualcuno in meno; ha talento e fa l’attrice quando riesce a rimediare un ingaggio, e anche se l’essere un’artista la costringe spesso a digiunare, il suo amore per lo spettacolo e la gioia per la vita non vengono mai meno. Elli e le sue faccende: Elli siete ore e ore in qualche anticamera, e per cinque minuti davanti a un pezzo grosso. Quelli più vecchi e più grassi, con il monocolo, …

Continue reading
Nemici di Isaac Bashevis Singer

Nemici di Isaac Bashevis Singer

Da molto tempo desideravo leggere Nemici, il primo romanzo americano del Premio Nobel Isaac Bashevis Singer, oggi ripubblicato da Adelphi. Il rincorrere perennemente il tempo, poi, a braccetto e in comunella con un’infinita lista di desideri letterari che aumenta di giorno in giorno, mi ha sempre fatta andare oltre, fino a quando questa nuova edizione dalla copertina rosa cipria, voluttuosa e sensuale, mi ha convinta che il momento giusto fosse ora. Il libro racconta una storia dai toni sofferti e cupi, che però non rinuncia a quell’impalpabile velo di ironia che spesso contraddistingue la letteratura ebraica. Nemici Siamo a New York, nel 1949. Herman Broder, polacco letterato al servizio di un rabbino invadente e disonesto, cerca di mandare avanti la propria esistenza dopo essere sopravvissuto all’Olocausto. La moglie Tamara e i due figli piccoli sono morti in un campo di concentramento, mentre lui stava rinchiuso in un fienile, nutrito e accudito da una serva sempliciotta, la non ebrea Jadwiga, che ora ha sposato per riconoscenza e che vive con lui, reclusa in casa e sempre pronta a riverirlo. A Jadwiga Herman mente sistematicamente, spacciandosi per commesso viaggiatore venditore di libri, mentre in realtà i suoi viaggi nascondono i momenti in …

Continue reading

Il confine del paradiso di Esmé Weijun Wang

Si può scrivere di nevrosi, di malattie mentali, di dolorosi distacchi, di squilibri familiari, con sguardo lucido e profondo ma senza mai risultare pesanti? Lo ha fatto egregiamente Esmé Weijun Wang con Il confine del paradiso, in libreria per Edizioni Lindau. Un romanzo d’esordio capace di cogliere la fragilità dell’essere umano e collocarla in un mondo nostalgico e surreale. Il confine del paradiso Americano di origini polacche, David Nowak è sempre stato diverso. Da bambino viveva stati di profonda angoscia, pensando alla mala sorte dei suoi usurati pupazzi. Da adolescente erano le ragazze la causa scatenante di un’incontrollabile ansia. Descrivo l’espressione di quelle nevrosi con lo stupore di chi ancora non riesce a capirle e l’imbarazzo di chi sa quanto sembrino ridicole; ma se non controllavo lo specchio, non staccavo le croste, non mi cambiavo continuamente i vestiti nella speranza di riconquistare un corpo normale, e così via, i problemi non facevano che moltiplicarsi. L’unica possibilità che avevo di controllarle era essere sempre vigile e assecondarle. Una ragazza in particolare, Marianne, riesce ad andare oltre la bizzarra apparenza del giovane, diventando il grande amore che mai dimenticherà. Un amore che però non colma la vitafobia del ragazzo e che viene …

Continue reading