Il cerchio di Dave Eggers

Il cerchio di Dave Eggers

Per buona parte della mia vita sono stata un’appassionata paladina della verità e della trasparenza. Se non hai niente da nascondere, non nascondere niente era uno dei miei motti. Mi mostravo senza alcun pudore, convinta che il mondo potesse capire che essere così presente, eccessiva, schietta, vera fosse il solo modo per non avere paura di niente. Con il passare del tempo, però, ho imparato che non potevo imporre questo mio modo di essere a chi si trovava messo in piazza solo perchè facente parte della mia vita. La privacy è un bene prezioso, non si può sottrarre senza arrecare conseguenze, spesso spiacevoli. E devo ammettere che questo mio cambio di rotta non è avvenuto solo per rispettare gli amici, gli amori, i parenti, ma è arrivato anche e soprattutto per proteggere me stessa dalla curiosità degli altri, dall’invadenza di chi pensa di potersi prendere tutto il braccio afferrando un dito. Proteggere la mia realtà da questa società che attacca sempre, che difficilmente ascolta, che troppo spesso giudica. Il cerchio Questa lunga premessa personale per farvi capire con che spirito ho affrontato la lettura de Il Cerchio, romanzo opprimente di Dave Eggers, che oggi è diventato un film con Emma …

Continue reading
Se mi tornassi questa sera accanto di Carmen Pellegrino

Se mi tornassi questa sera accanto di Carmen Pellegrino

Amo la lirica di Carmen Pellegrino. Da qualche settimana Carmen è in libreria con un nuovo romanzo dal titolo rubato all’incipit della poesia A mio padre di Alfonso Gatto, Se mi tornassi questa sera accanto. Certe volte sperava che un meteorite distruggesse la Terra. Per ore osservava il cielo e mai che si vedesse una palla infuocata. L’amore. Di cos’era fatto? Tutto quel gran parlare di affetto famigliare in lei corrispondeva alla sensazione precisa di vivere un abbandono, talmente lungo che persino un abbraccio frettoloso, ricevuto da qualcuno incontrato per caso, era veramente un miracolo. Cominciava a essere stanca di freddo, di cieli disumani, stanca di andarsene in altri mondi, nascosti in libri, Chiudeva gli occhi e ogni volta le tornava in mente un contatto di ossa, di pelle. Fuori di casa, avrebbe abbracciato chiunque. Perciò in classe la guardavano con diffidenza e, poco alla volta, si era fatta da parte. Non erano pronti all’amore incondizionato che portava con sé, nessuno lo era, ma non importava. Ciò che veramente contava era che dopo un abbraccio lei non moriva, non si apriva la terra né niente. Se mi tornassi questa sera accanto È un romanzo epistolare, fatto di centinaia di parole …

Continue reading
Chiara Moscardelli

Le donne di Chiara Moscardelli | Intervista

Credo di averlo già detto e ripetuto più e più volte che adoro Chiara Moscardelli e i suoi libri. Mi fa sorridere di gusto, con la sua penna così spiritosa e ironica. Chiara ha esordito come scrittrice per Einaudi nel 2011 con Volevo essere una gatta morta, ripubblicato nel 2016 da Giunti, sua casa editrice anche per gli ultimi due romanzi. Le protagoniste dei libri di Chiara sono donne normalissime, come me e voi, forse un tantino sfigatelle e con poca autostima, che nel corso dei romanzi scoprono la loro forza e diventano donne fighissime, trovando anche l’amore. Andiamo subito a scoprire se c’è qualcosa di autobiografico nelle pagine scritte da Chiara. Ciao Chiara, sono una tua grande ammiratrice, amo il modo in cui sai coniugare umorismo e sentimenti, hai creato un tuo stile inconfondibile, che potrebbe addirittura avere un suo neologismo: un libro moscardelliano è un romanzo che fa ridere, mentre ci fa sognare una passionale storia d’amore, avvolta in un mistero. La tua simpatia e la tua brillante intelligenza si percepiscono in ogni pagina. Purtroppo c’è un ma: certi maschi fuggono dalle donne intelligenti e spiritose, come se queste avessero la peste. Confermi? Secondo te, come se ne esce? Daresti un …

Continue reading