tre libri ottimisti

Tre libri ottimisti: Vonnegut, Saunders, Romagnoli

Il 2018 ha già terminato il suo primo mese. Quel mese dell’anno in cui siamo carichi a mille, pronti a rivoluzionare le nostre vite, spinti dai propositi che sicuramente avremo stilato. Il tempo vola e le liste di vorrei e farò si perdono. Cala l’entusiasmo ed è assolutamente fisiologico, non allarmatevi, ma prima che l’energia positiva di un nuovo inizio venga a scemare del tutto, oggi vi propongo tre libri ottimisti, da leggere velocemente come cura istantanea ai momenti di sconforto. Quegli attimi li attraversiamo tutti, non sentitevi in difetto. Nulla che un buon libro non possa sistemare. Quando siete felici fateci caso di Kurt Vonnegut Cento paginette di discorsi tenuti dall’immenso Kurt in diverse cerimonie di diploma. Sapete che gli americani amano celebrare la carriera fin dai tempi della scuola, i film sono pieni zeppi di scene in cui qualcuno di importante tiene un discorso motivazionale alla classe di neo diplomati. Celeberrimo è il motto stay hungry stay foolish, pronunciato da Steve Jobs ai giovani laureandi della Stanford University. Leggendo il libro di Vonnegut, scordatevi parole melense o roba da aforismi scontati. Queste sono pagine intrise di sarcasmo e intelligenza irriverente e decisamente superiore. In ogni discorso di Vonnegut c’è …

Continue reading »