La seconda vita di Enrico Pedemonte

La seconda vita di Enrico Pedemonte

La seconda vita è un thriller così avvincente che non mi ha fatto dormire per una notte intera! Una volta iniziata la spy story raccontata dal giornalista Enrico Pedemonte, non sono più riuscita a staccarmene, curiosa di scoprire l’evoluzione dei personaggi e dei loro inconfessabili segreti nell’arco di quarant’anni di avvincente storia contemporanea. La seconda vita Anni Sessanta. Pietro, Nicola, Antonio e Luca sono amici e compagni di scuola. Come quattro moschettieri impavidi che volevano cambiare il mondo hanno unito il loro ideali comunisti in una sorta di confraternita chiamata PLAN, dalle iniziali dei loro nomi, nata per combattere contro l’America e il capitalismo. PLAN inizialmente si limita a compiere piccoli ma clamorosi attentati rivolti alle istituzioni americane presenti sul suolo italiano, ma questi gesti poco incisivi diventano ben presto noiosi e quasi del tutto inutili alla causa. Sono i tempi del Golpe Borghese, della strage di Brescia, degli anarchici, dei gruppi di estrema destra, ma anche quelli delle Brigate Rosse e degli anni di piombo. I quattro amici, ormai diventati adulti, prendono strade diverse. Pietro, brillante scienziato, si trasferisce a Boston per fare il ricercatore. La sopita scintilla ideologica si riaccende in lui quando conosce e s’invaghisce di Sandra, …

Continue reading »
Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli di Chiara Moscardelli

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli di Chiara Moscardelli

Chiara Moscardelli è finalmente tornata in libreria! Dopo aver pubblicato il best seller Volevo essere una gatta morta, a cui sono poi seguiti La vita non è un film, Quando meno te lo aspetti e Volevo solo andare a letto presto, da oggi troviamo Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, primo capitolo di una trilogia dalle sfumature giall0-rosa. Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli Ironica, brillante e intelligente come sempre, Chiara Moscardelli ci presenta Teresa Papavero, quarantenne single un po’ cinica e disillusa, dotata di una memoria straordinaria e di un’empatia fuori dalla norma, che ama agghindarsi con accessori sgargianti e folkloristici. Dopo la laurea in psicologia e gli studi per diventare profiler, sulle orme di un padre dalla fama ingombrante, Teresa si ritrova prima commessa a Roma nel sexy shop dell’amica trans Solange e poi gestrice di un B&B con l’amica del cuore Gigia, nel piccolo paese natio in provincia di Frosinone, Strangolagalli. Un paese che la Moscardelli ha trovato dopo un’accurata ricerca online, con parola chiave “paesini piccoli con nomi bizzarri”, e scelto dopo una visita in loco accenuta durante le feste natalizie; un paesino sconosciuto ma dalle fiere radici storiche, che da oggi si ritrova …

Continue reading »
La bambina nel buio di Antonella Boralevi

La bambina nel buio di Antonella Boralevi

Bisogna ammettere che per me non è stato facile ingranare la marcia con La bambina nel buio, il nuovo romanzo di Antonella Boralevi: una scrittura fin troppo ricca di dettagli, arzigogolata ed eccessivamente descrittiva, che si muove su piani spazio-temporali diversi, che all’inizio non è semplice seguire. Eppure, un insolito prurito morboso mi ha spinta ad andare avanti ed è stato un bene perché, passato lo scoglio delle prime 150 pagine, ho intravisto il fulgore dell’intreccio e da lì, poi, non mi sono più fermata. La bambina nel buio 1985, campagna veneta. Sono gli anni di quel boom economico che concede agli uomini di buon fiuto di arricchirsi ed entrare nel gotha dei miliardari. Paolo e Manuela Zanca, i parvenu belli e apparentemente innamorati, stanno dando una sfarzosa festa per celebrare i loro vent’anni di matrimonio. Sono al centro del mondo, la loro splendida villa, e si lasciano fintamente venerare dagli amici nobili, snob altrettanto miliardari che fingono di dimenticare le modeste origini della coppia. Paolo s’è fatto da sé, con una piccola idea geniale che lo ha portato, in breve tempo, a fare i soldi veri, quelli che ti concedono di spendere milioni in belle auto, gioielli, arredi importanti …

Continue reading »