Febbre di Jonathan Bazzi

Febbre di Jonathan Bazzi

Non è stato solo leggere.È stato imparare a voler bene a qualcuno. Quel qualcuno è Jonathan Bazzi che con Febbre, pubblicato da Fandango, esordisce in libreria in modo così detonante da far male agli occhi e al cuore. Febbre Jonathan ha poco più di trent’anni. Vive a Milano con il compagno Marius, studia Filosofia all’università e si mantiene insegnando yoga.Ha una febbriciattola che da qualche settimana lo tormenta, spossandolo al punto da non riuscire a lavorare.Potrebbe essere mononucleosi, o così dice il medico che Jonathan ha recuperato online. Gli esami però non portano a nulla e quella febbre è sempre lì che non molla, imperterrita e sfinente come il peggior pensiero ossessivo. Forse è qualcosa di più grave, pensa Jonathan, abituato fin da bambino a vedersi cadere addosso sofferenza e incertezze.Il dolore della separazione dei genitori, il bullismo dei compagni di scuola, lo squallore dei palazzoni di Rozzano, l’inesaudibile desiderio di essere compreso e accettato, senza dover dare spiegazioni.Tutto questo è il passato di Jonathan, una costante ricerca del bene che oggi ha trovato nei suoi gatti e in Marius, lontano dall’estrema periferia sud di Milano rovinata da tossici, delinquenti, ignoranti e abitata da chi ha tentato di prendersi cura …

Continue reading
Settembre 1972 di Imre Oravecz

Settembre 1972 di Imre Oravecz

Settembre 1972 non è un romanzo e non è nemmeno una raccolta di poesie. È una storia d’amore raccontata come solo la grande letteratura può fare, senza farsi imbrigliare in un unico genere e lasciando che siano le parole – affilate, perfette – a definire l’immensità della loro portata. Imre Oravecz, tra i più grandi autori contemporanei ungheresi, scrive la storia di ciascuno di noi quando siamo alle prese con l’innamoramento, l’amore e la fine di una relazione. Un libro – breve, vivo e curato in ogni dettaglio estetico – che contiene tutto ciò che è il sentire umano, e che la casa editrice Anfora riporta in libreria dopo la prima pubblicazione italiana del 2004. Settembre 1972 È uno scrigno prezioso, che contiene tutto il dolore della fine. La fine di un amore, è vero, ma anche la fine di un pezzo di vita ormai andata, che inesorabilmente non tornerà. Nel settembre 1972 il matrimonio di Imre Oravecz arriva al capolinea. Come fare per esorcizzare il dolore che lo ha raggelato e lasciato stremato, esangue come una spenta stella cadente in un pozzo oscuro? Con carta e matita, su cui imprimere poche righe per volta, necessarie a metabolizzare la sofferenza …

Continue reading
Piazzetta Tragara di Capri

Festival Le Conversazioni 2019

Sta per partire con gli appuntamenti italiani la quattordicesima edizione del Festival Le Conversazioni, che quest’anno ruoterà attorno a un tema più che attuale, il Pregiudizio. Dopo gli incontri di maggio a New York con Daniel Libeskind il 1° maggio e il 9 con Greta Gerwig, candidata agli Oscar 2018 per la regia e miglior sceneggiatura di Lady Bird, e con il regista e sceneggiatore Noah Baumbach, la parte italiana del festival si svolgerà tra Roma, Napoli e Capri, con una serie di incontri con grandissimi nomi della cultura internazionale. Il primo incontro sarà martedì 18 giugno a Roma, con la giornalista Annalena Benini che converserà con la scrittrice Susanna Tamaro e si proseguirà il giorno dopo, 19 giugno, con l’incontro tra l’immensa attrice Piera Degli Esposti in dialogo con Francesco Vezzoli. L’incontro clou del Festival arriverà a Napoli il 21 giugno, con lo scrittore inglese Salman Rushdie che sarà al Madre – Museo d’arte contemporanea Donnaregina. L’ultimo fine settimana di giugno e il primo di luglio sarà la Piazzetta Tragara di Capri a ospitare, tra le tante, personalità del calibro di Amitav Ghosh, pubblicato in Italia da Neri Pozza, e Andrew Sean Greer, già vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa …

Continue reading