Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato di Sjón

Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato di Sjón

Un romanzo breve ma estremamente intenso e vivo quello di Sjón, da poco pubblicato in Italia da Federico Tozzi Editore, nella traduzione della bravissima Silvia Cosimini. Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato ci porta nell’Islanda dei primi anni del Novecento, una terra così profondamente diversa da quella che oggi idealizziamo, e lo fa con una scrittura pulita, poetica, a tratti surreale, toccante e travolgente. Mánasteinn. Il ragazzo che non è mai stato Máni Steinn Karlsson vive a Reykjavík con un’anziana prozia. Sedicenne orfano e appassionato di cinema, si prostituisce con diversi uomini per guadagnare qualche soldo. Máni però ha anche un’altra passione, oltre ai film muti che cerca di vedere e rivedere nei due cinema della zona. Si chiama Sóla Guðb- ed è una ragazza indomita e coraggiosa; nei sogni del ragazzo è addirittura l’alter ego della sua attrice preferita. Quando il ragazzo la rivede, Sóla Guðb- è in un gruppetto di altre ragazze in una casa di Vonarstræti, dove si insegna cucire e, si dice in giro, si discute dei diritti delle donne. In loro compagnia è vestita secondo i dettami dell’ultima moda, come qualsiasi altra signorina bene di Reykjavík, con uno spolverino all’inglese, un cappello di …

Continue reading
Un amore senza parole di Didier Blonde

Un amore senza parole di Didier Blonde

A metà tra il minuzioso reportage e il più fantasioso dei romanzi, Un amore senza parole di Didier Blonde, pubblicato in Italia da Federico Tozzi Editore, è un libro avvincente, da cui è difficile staccarsi. La storia di un’ossessione amorosa d’altri tempi, capace di assorbire il lettore fino all’ultima pagina, facendogli vivere e rivivere la malia della Parigi di inizio Novecento. La cura dell’edizione italiana, poi, è tale da rendere l’oggetto libro splendido e pregiato. Un amore senza parole I capelli raccolti sotto un foulard. Ha l’aria sognante, lo sguardo un po’ perso. Le labbra si schiudono su dei “denti della fortuna”, come si dice di solito. Un girocollo traforato le avvolge il collo, intorno a cui pende una catenina con appeso un medaglione. Il libro di Blonde, scrittore francese che pubblica con Gallimard, si presenta come un’inchiesta su una particolarissima storia d’amore: quella del velleitario e sognatore Jean D. innamorato per tutta la sua lunga vita della bella stella del cinema muto, Suzanne Grandais. Un vero e proprio colpo di fulmine, scattato in una sala cinematografica nel 1912: il giovanissimo Jean D. perde immediatamente la testa per il sorriso di Suzanne, che appare sul grande schermo in uno dei …

Continue reading