I cancellati di Miha Mazzini

I cancellati di Miha Mazzini

C’è una piccola casa editrice friulana che volge lo sguardo al Nord Est d’Italia, ai Balcani ma anche al Medio Oriente, pubblicando libri che raccontano la storia di quelle terre e dei loro confini, spesso vergati da guerre e calamità naturali, ma ricchi di umanità, di sapori e di strade da percorrere. Si chiama Bottega Errante e quest’anno ha pubblicato I cancellati, romanzo di Miha Mazzini, uno dei più importanti autori sloveni. Un romanzo basato su fatti realmente accaduti nel 1992, atroci e sconvolgenti come solo l’inerzia burocratica ancorata al razzismo e al totalitarismo sa essere. I cancellati Il libro di Mazzini non è finzione letteraria. Raccontandoci la storia di Zala, giovane educatrice che partorisce un figlio senza padre nell’ospedale della città in cui vive da tantissimi anni, Miha Mazzini ci racconta la storia dei 25.000 cancellati che il 26 febbraio 1992 persero, senza preavviso alcuno, il diritto di residenza nella Repubblica di Slovenia. Migliaia di persone appartenenti alle diverse etnie facenti parte dell’ex Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia furono cancellate dai Registri di Residenza Permanente della Repubblica di Slovenia, divenendo quindi apolidi privati dei diritti umani di base. Zala entra in ospedale convinta di essere slovena ma, al momento …

Continue reading »