La lettrice di Čechov di Giulia Corsalini

La lettrice di Čechov di Giulia Corsalini

La lettrice di Čechov di Giulia Corsalini, pubblicato da Nottetempo, è un romanzo d’esordio dedicato all’amore per letteratura, che ci ricorda quanto quest’ultima possa essere salvifica e fondamentale per colmare i vuoti dell’anima. Una dichiarazione d’amore lieve e raffinata, che sarà protagonista del prossimo appuntamento del gruppo di lettura, il 21 febbraio alle 19.30 nella Scatola Lilla di via Sannio 18 a Milano. La lettrice di Čechov Nina è ucraina, di Kiev. Ha 45 anni, un marito malato ormai ricoverato in un ospizio e una figlia già adulta, Kàtja, con un carattere di ferro e ben poco affetto nei confronti della madre. Nina è anche laureata in letteratura russa, ma per mantenere la famiglia è costretta a lasciare la propria vita per venire in Italia a fare la badante di un’anziana signora, barcamenandosi anche in altri lavori umili. Fino a quando la passione per lo studio, per la letteratura russa e per Čechov, la mettono sulla strada di un diverso destino. Avevo portato dall’Ucraina alcuni libri, la Bibbia, La figlia del capitano, Anna Karenina, Le notti bianche nella piccola edizione ottocentesca che a casa tenevo sopra il pianoforte, i due cari volumi sgualciti di racconti di Čhecov. Rileggevo soprattutto questi …

Continue reading
Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Ragazze elettriche di Naomi Alderman

Il potere di fare del male è uno stato di benessere. È questa la citazione che più di tutte mi ha colpita, leggendo l’ormai (giustamente) noto romanzo distopico scritto dall’inglese Naomi Alderman, Ragazze elettriche. Un romanzo di 446 pagine, che ho letteralmente divorato in un weekend, a volte scossa dall’orrore di certe immagini ma sempre più incuriosita dalla costruzione di una trama spiazzante e sconvolgente. Un libro che vi consiglio di leggere e di far leggere, soprattutto ai giovani, come punto di partenza per interessanti discussioni su civiltà e sentimenti. Ragazze elettriche Il romanzo della Alderman si svolge in un’epoca indefinibile. È il passato o è il futuro? Per quanto ci si arrovelli lungo il racconto, questo rimane un mistero ed è il primo elemento che fa vacillare le nostre certezze. Tutto inizia con il potere (The Power è il titolo originale del romanzo) che, da un giorno all’altro, si sviluppa in alcune ragazze. Grazie a una piccola matassa di filamenti che si trova accanto alle clavicole, le giovani donne riescono a produrre e lanciare dalle mani scariche elettriche in grado di ferire e, addirittura, uccidere i destinatari. Ora, immaginate se questa capacità si fosse sviluppata in tutte quelle donne …

Continue reading