Tutti noi abbiamo avuto una Bedelia (o un Bedelio) nelle nostre vite.
Una persona di cui eravamo perdutamente innamorati e che ci ha lasciati a bocca asciutta, maltrattandoci anche un po’, come la bellissima figura disegnata da Leo Ortolani, presente nella serie cult Venerdì 12 e oggi protagonista di un intero graphic novel a lei dedicato, pubblicato da Bao Publishing.

Bedelia

Bedelia è una modella di successo interplanetario.
Bella al punto tale da essere venerata come una divinità, procace e provocatoria, amante del sesso senza moralismi, convinta d’essere padrona del proprio corpo, Bedelia è spietata con chiunque si innamori di lei e voglia qualcosa di più dopo una notte focosa.

Da anni sulla breccia dell’onda, la modella viene improvvisamente sostituita sui cartelloni pubblicitari di Segreti Lingerie dalla più giovane Elaiza, antagonisa su cui Bedelia non ha alcun problema a sputare tutto il suo sarcastico veleno.

Inizia così la storia di questa donna apparentemente spietata e senza scrupoli, completamente insensibile all’amore e alla tenerezza.
Ma Bedelia è davvero così cattiva?
O è stata disegnata così (cit.), non tanto dal suo autore Ortolani quanto da chiunque abbia avuto a che fare con lei e si sia fermato all’apparente muro di ghiaccio messo in piedi dalla modella per tenere a distanza chiunque?

Affiancata da un angelo custode appassionato di moda, Bedelia inizia un viaggio nel passato, incontrando la madre e ritrovando anche Aldo, il protagonista d Venerdì 12 a cui aveva già spezzato il cuore.

Ortolani, acuto ed esilarante come sempre, mette su carta anche tutta la sensibilità necessaria per raccontarci la storia di una donna considerata per il proprio aspetto fisico, al punto tale da credere di essere solo quello e nulla di più.

Si ride molto e si riflette pure, fino a commuoversi un po’, tanto da voler abbracciare quella grandissima stronza di Bedelia!

Bedelia di Leo Ortolani

un libro per chi: sa che l’apparenza inganna sempre

autore: Leo Ortolani
titolo: Bedelia
editore: Bao Publishing
pagg. 172
€ 19


Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si è trasferita a Milano nel 2008 e per molto tempo è stata un angelo custode di eventi. Oggi lavora tra sport e turismo, anche se a vederla non si direbbe. Da anni si occupa anche di libri: modera incontri letterari, ha ideato e realizzato la rassegna Segreta è la notte e conduce un gruppo di lettura dedicato ai romanzi di esordienti italiani. Pratica mindfulness e ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando “La Bohéme” di Puccini.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *