Chiunque sia andato via da un piccolo paese, lasciandosi alle spalle il passato ma sentendone talvolta ancora il richiamo, potrà ritrovarsi in Ciao per sempre, romanzo d’esordio della giornalista Corinna De Cesare, pubblicato da Salani nella collana Le Stanze.
Il libro sarà protagonista dell’incontro del prossimo 10 novembre del gruppo di lettura Absolute Beginners.

Ciao per sempre

Margherita torna a Collina d’oro, paesino immaginario della Puglia, dopo molti anni di vita a Roma.
A riportarla là, con il padre e la madre, è il funerale dell’amata nonna, complice dei suoi capricci e delle sue peripezie negli anni dell’infanzia e dell’adolescenza.
Una nonna che piano piano scompare, divorata da una malattia degenerativa, lasciando dietro di sé il vuoto e il silenzio che nessuno di noi vorrebbe mai sentire.

Dicono che l’ultima cosa a sbiadirsi di una persona morta sia il tono della voce. La voce della nonna era sparita da tempo: ogni tanto emetteva strani versi ma in famiglia, ognuno a modo suo, fingevano di non sentirli, ché la sofferenza che provocavano era troppo grande da sopportare.

I Lolli erano andati via dal Sud parecchi anni prima, quando Margherita era ancora adolescente e da quel luogo sentiva di voler fuggire, tanto da troncare bruscamente la relazione con il fidanzato Alberto e da lasciar sfiorire, col tempo, il rapporto con la migliore amica Angela.

Forse sì, loro due erano diverse, erano cresciute e diventate donne, avevano cambiato città e compagni, case, lavori, avevano vissuto vite separate ma in qualunque posto del mondo, a Collina o Roma, in città o in campagna, al Sud o al Nord, si sarebbero riconosciute da lontano.

Bastano pochi attimi dal ritorno alla terra d’origine per ritrovare Angela e i ricordi di allora, per sentirsi ancora la ragazzina che ascoltava i Nirvana e andava a zonzo per le campagne assolate, cercando posti sparuti dove nascondersi per fare l’amore con Alberto.

Per i Lolli Roma era stata un porto dove rifugiarsi in cerca di certezze, di opportunità e di un futuro.
La Puglia, terra bellissima e spietata, avrebbe potuto mai essere un trampolino per la vita di Margherita?

La loro era una Puglia lontana da quella raccontata dalla televisione, con la pizzica, il mare cristallino e la ‘puccia’ salentina. La Puglia dei Lolli era quella dove i bambini trasformavano ruderi abbandonati in divertenti parchi giochi. Era la Puglia fatta di grano e stoppie, di rifiuti tossici sotterrati come nella peggior Somalia, di ragazzini ammalati di leucemia in quinta elementare, di trulli e uliveti secolari venduti al mercato nero, di pane caldo e aria alla diossina. Era il dolce e l’amaro, croce e delizia, anche se poi, da lontano, a loro piaceva fare come gli amanti che si dicono addio e del loro passato custodiscono solo i ricordi più belli. Così faceva suo padre, così faceva sua madre e così faceva inconsapevolmente anche Margherita. complimenti

A dirla tutta, però, Margherita non è mai davvero cresciuta. La verità è che, nonostante i paesani la credano ormai una professoressa di liceo, con una carriera da scrittrice affermata, il suo è un lavoro precario e il primo e ultimo libro è stato pubblicato troppo tempo prima.
La sua vita è rimasta sospesa tra l’adolescenza e l’età adulta, come se la lontananza dalle proprie radici le avesse impedito di spiccare il volo.
Come se un segreto che si porta dentro non le desse ancora tregua, lasciandola libera di prendere in mano la vita, dandole una direzione voluta.

Il ritorno a Collina sarà forse l’occasione per fare chiarezza nel proprio passato e in quello della nonna e dell’intera famiglia, riprendendo poi una nuova strada verso il futuro?

Corinna De Cesare, con una scrittura spontanea che riflette perfettamente lo scorrere della vita, ci racconta qualcosa che prima o poi tocca a tutti: il confronto – se non addirittura il conflitto – con il passato e con le proprie radici, da cui talvolta si può uscire distrutti, altre volte rinnovati.
Ciao per sempre è un romanzo che tocca anche temi cruciali dei giorni nostri, come la questione femminile, il patriarcato, gli abusi, i pregiudizi, e lo fa con quella grazia pungente di chi conosce e sa, di chi non smette mai di osservare, affrontare, combattere.
Una buona occasione per riflettere ancora una volta.

Ciao per sempre di Corinna De Cesare

un libro per chi: cerca di fare pace con il passato

autrice: Corinna De Cesare
titolo: Ciao per sempre
editore: Salani
pagg. 189
€ 15

Absolute Beginners


Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si è trasferita a Milano nel 2008 e per molto tempo è stata un angelo custode di eventi. Oggi lavora tra sport e turismo, anche se a vederla non si direbbe. Da anni si occupa anche di libri: modera incontri letterari, ha ideato e realizzato la rassegna Segreta è la notte e conduce un gruppo di lettura dedicato ai romanzi di esordienti italiani. Pratica mindfulness e ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando “La Bohéme” di Puccini.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *