Salvare le ossa di Jasmyn Ward

Salvare le ossa di Jesmyn Ward

Si può leggere un romanzo di 300 pagine in meno di un fine settimana? Se quel romanzo è Salvare le ossa di Jesmyn Ward, in uscita oggi per NN Editore, le ore trascorse tra le pagine voleranno senza che ve ne rendiate conto. L’attesa dell’uragano Katrina diventerà la vostra ossessione, così come lo è stata per me. Salvare le ossa Salvare le ossa è il grande romanzo americano, quello che racconta la provincia più povera, popolata di gente ai margini della società. Persone dalle storie difficili, dal presente immobile e dal futuro incerto, le cui vicende sono però raccontate con una scrittura ricca e torrenziale, travolgente e affascinante, qui tradotta magistralmente da Monica Pareschi. La Ward racconta, in dodici capitoli, i dieci giorni che la famiglia Batiste vive nell’attesa dell’uragano Katrina e i due giorni successivi, quello della distruzione e quello del dopo. Il padre, dalla facile sbronza, è il novello Noè che pare vaneggiare, inascoltato, sull’arrivo della catastrofe. Papà è pazzo, penso, e quest’estate la sua ossessione sono gli uragani. L’anno scorso, dopo che una tromba d’aria aveva sfiorato un centro commerciale a Germaine, si era convinto che la costa del golfo sarebbe diventata un nuovo corridoio per gli …

Continue reading
Se Dio fosse una donna di Leon De Winter

Se Dio fosse una donna di Leon De Winter

Sarò brutalmente sincera: se questo libro non mi fosse stato direttamente messo tra le mani, sicuramente lo avrei snobbato trovandolo in libreria, pensando “No, non è il mio genere!”. E avrei fatto davvero molto molto male. Se Dio fosse una donna di Leon De Winter è un romanzo terapeutico e risolutivo – un vero e proprio specchio della vita – scritto magistralmente e pregno di spirito ebraico, acuto, sarcastico e sagace. Se Dio fosse una donna Il protagonista è Max Breslauer, ebreo di un quintale, orfano da poco di un padre decisamente ingombrante e ora a capo della SuperTex, l’azienda di abbigliamento low cost (e low quality) messa in piedi dal pragmatico genitore sopravvissuto all’Olocausto. Fin dalle prime pagine è evidente il disagio che quest’omone massiccio prova nei confronti della propria esistenza e della posizione che ricopre. Max ha atteggiamenti arroganti e scorbutici, si fa volere male da chiunque, incapace di mettere da parte saccenza e aggressività, che chiaramente nascondono una storia personale tutta da scoprire. È grazie a un evento scatenante improvviso, che coincide con le pagine più esilaranti del romanzo, che Max prende una decisione importantissima: richiamare la psicoterapeuta che lo aveva in cura fino a qualche mese …

Continue reading
Una ragazza affidabile di Silena Santoni

Una ragazza affidabile di Silena Santoni

Spesso si usa l’aggettivo sorprendente per definire un romanzo, nel bene o nel male. Nel caso di Una ragazza affidabile, esordio letterario di Silena Santoni, l’aggettivo calza davvero a pennello e lo fa con un’accezione assolutamente positiva. Da oggi in libreria trovate questa storia che inizialmente vi apparirà come un romanzo famigliare per poi rivelarsi un thriller dalle sfumature decisamente noir, che lascia in sospeso il lettore fino all’ultima pagina. Una ragazza affidabile Avete presente il capolavoro con Bette Davis e Joan Crawford Che fine ha fatto Baby Jane? Leggendo il libro di Silena Santoni si viene costantemente pervasi da una sensazione di disagio simile a quella provata durante la visione di quel vecchio film in bianco e nero. Al centro della storia ci sono due sorelle sulla sessantina, Micaela e Agnese, distanti ormai da tantissimi anni. La prima, dopo un lungo periodo trascorso a Londra, è tornata nella natia Firenze, dove vivacchia precariamente, convincendosi d’essere libera, indipendente e ancora seducente. La seconda, professionista sposata con un ortopedico e madre di due brave ragazze, subito dopo l’università si è trasferita ad Ancona, dove è rimasta, mettendo solide radici e rassicuranti paletti. Il mondo che amavo era quello che studiavo sui …

Continue reading