Volo di paglia di Laura Fusconi

Volo di paglia di Laura Fusconi

In questo periodo storico appare ancora più evidente la necessità di leggere narrativa che ci aiuti a ricordare il passato della nostra povera Italia, che oggi calpesta gli anni della resistenza, camminando a ritroso verso l’orrore. È per questo, quindi, che Volo di paglia, romanzo d’esordio di Laura Fusconi in uscita oggi per Fazi, è un libro che merita di essere definito con un aggettivo superlativo. Un esordio bellissimo e potente, che con le storie di Tommaso, Camillo e Lia ha preso possesso di tutti i miei pensieri e che da lì non se andrà tanto facilmente. Volo di paglia Siamo nella campagna piacentina, in quell’Emilia rossa e partigiana che non ha ancora dimenticato il doloroso passato dello squadrismo fascista. È l’estate del 1998 e Lidia, appena terminata la scuola elementare, torna a trascorrere le vacanze nella casa di campagna, con i genitori e la sorellina Annachiara. Il suo primo desiderio è quello di riabbracciare Luca, il suo migliore amico, che in quel paesaggio rurale vive tutto l’anno e che ogni estate attende con emozione il ritorno dell’amica del cuore. Qualcosa però quest’anno è cambiato. Luca è scostante e tormentato e non accoglie Lidia con il solito entusiasmo. Sta cercando …

Continue reading
Siracusa di Delia Ephron

Siracusa di Delia Ephron

Delia Ephron, con la compianta (e per me amatissima) sorella Nora, ci ha abituati alle commedie sentimentali intelligenti e ironiche. Per questo da Siracusa mi aspettavo una storia di coppie, tradimenti e avventure, da leggere con un sorriso smaliziato. Ma se c’è una cosa che m’hanno insegnato i bei libri è che nulla si deve dare per scontato e che c’è sempre qualcosa da scoprire nelle pagine di un romanzo scritto bene. E l’ultima opera della Ephron non può che confermare questo semplice dogma letterario. Siracusa Come voglio presentarvi Siracusa? Su un piatto di ceramica bianca, spaghetti – viscosi, di un giallo tenue – mischiati con piccole vongole, pomodorini, prezzemolo e ricoperti di mollica di pane tostato. Lizzie è una giornalista, una narratrice. Ha vissuto un periodo di splendore professionale, ma ora è ferma da un po’, come se amare Michael equivalesse a pagare un pegno sulla propria notorietà. Lo ama, lo stima, lo accondiscende in tutto, lo comprende nei suoi distacchi e lo attende a ogni ritorno. O forse, semplicemente, chiude gli occhi e ignora la verità che la circonda. La sera prima della partenza, Lizzie aveva intinto un pezzo di pane nell’olio d’oliva e stava per infilarselo in …

Continue reading
Heidi di Francesco Muzzopappa

Heidi di Francesco Muzzopappa

Un Muzzopappa all’anno, vi toglie ogni affanno! Per fortuna che il nostro eroe della letteratura comica e satirica, non ci lascia mai troppo a lungo senza le sue parole. A un anno di distanza da Dente per dente, in cui lo scrittore pugliese prendeva di mira le bizzarrie del mondo dell’arte contemporanea, da oggi in libreria troviamo Heidi, il nuovo romanzo che sbeffeggia, con la solita acuta ironia, la televisione e l’universo dei programmi trash. Francesco Muzzopappa è tornato, così come il sorriso sulle mie labbra. Heidi Purtroppo a Milano uscire alle sei di sera viene considerata una malattia non curabile. Solo gli sfaticati lavorano otto ore. L’ideale di vita è arrivare morti alla pensione o spirare durante una riunione. In alcuni uffici ti fanno addirittura correre sulla ruota. In questa nuova storia, Muzzopappa ha preso in mano un’affilata accetta e, con mia somma gioia, ha deciso di fare a pezzi il patinato mondo dei milanesi imbruttiti. L’intero romanzo è costellato di frecciatine rivolte ai workaholic, a chi crede di esserlo, a chi si convince che questo sistema sia l’unico per mantenere alto il rendimento delle operose formichine meneghine. Tra questi milanesi asserviti all’iper lavoro troviamo anche la protagonista del …

Continue reading