La forma dell'acqua

La forma dell’acqua di Guillermo Del Toro

Dal libro al film? Questa volta no. Questa volta libro e film sono nati insieme e si completano. Non sto parlando di un film qualunque, ma del pluricandidato ai premi Oscar, già vincitore del Leone d’Oro a Venezia lo scorso settembre: La forma dell’acqua di Guillermo Del Toro. Per me un vero grande capolavoro, un film per chi ama i film, come racconta magnificamente questo articolo de Il Post. Il film Ho avuto la grandissima fortuna di vederlo in anteprima lo scorso 18 gennaio, riscoprendo tra l’altro il mio sopito amore per i film in lingua originale. Sono uscita dal cinema sognando di tuffarmi nei Navigli, alla ricerca di un mostro verde dai riflessi arcobaleno, con cui fidanzarmi e amarci per sempre. E se lo dico io, che detesto l’acqua e difficilmente mi lascio emozionare da tutto ciò che la riguarda, potete essere certi che Del Toro abbia fatto un magnifico lavoro nel suggestionare il nostro immaginario. È riuscito a trasformare gli oscuri abissi e le acque gelide nell’atmosfera più romantica che si possa incontrare in una storia d’amore. Perchè La forma dell’acqua è una grandissima storia d’amore. Una Bella e la Bestia che si congiunge al Mostro della Laguna; …

Continue reading »
Caro Mondo di Bana Alabed

Caro mondo di Bana Alabed

Chi è Bana Alabed? Bana Alabed ha tre anni quando la guerra in Siria diventa così feroce da trasformare la sua vita e quella della sua famiglia in un incubo. Nata e residente ad Aleppo, Bana nel 2016 chiede alla mamma di aiutarla a raccontare al mondo l’atrocità della guerra, utilizzando i 140 caratteri di Twitter per scrivere – con le parole semplici che solo una bambina può avere – cosa deve subire ogni giorno, mostrandoci anche immagini terrificanti di ciò che accade in Siria. Palazzi distrutti, continue esplosioni, minacce dai soldati, interrogatori e minacce ai suoi parenti, Bana è costretta a vivere tutto questo, come migliaia di altri bambini. Ma lei, al contrario di molti altri, ha la fortuna di essere viva e coglie questo dono per lanciare continui appelli alle altre nazioni e agli organismi governativi, affinché intervengano per salvare lei, il suo popolo e la sua terra. È il 13 dicembre 2016 quando Bana lancia un Tweet che è ancora oggi fissato in alto nel suo profilo. My name is Bana, I’m 7 years old. I am talking to the world now live from East #Aleppo. This is my last moment to either live or die. – …

Continue reading »