L'educazione di Tara Westover

L’educazione di Tara Westover

L’educazione di Tara Westover, caso editoriale in cima alle classifiche americane e inglesi e pubblicato in Italia da Feltrinelli, è un libro sconvolgente. Ho finito di leggerlo da poche ore e non riesco a togliermi dalla mente che la storia di Tara e della sua famiglia di mormoni anarchici e integralisti della provincia americana sia vera e vissuta quanto la mia, quanto quella di tutti noi. Tara, che oggi ha quasi trentadue anni, è realmente passata attraverso tutto ciò che racconta nelle 360 pagine del suo memoir crudo e inclemente. Il fatto che sia ancora viva e che oggi riesca a raccontarci la sua rinascita, mi appare come un miracolo. L’educazione Tara è figlia di Faye, che proviene da una buona famiglia, e di Gene, integerrimo credente di più umili origini. È l’ultima di sette fratelli e sorelle, che crescono ai piedi di un picco montuoso, il Buck’s Peak in Idaho. Gene fa soldi (pochi), a volte raccogliendo lamiere e rivendendo i metalli, altre volte costruendo fienili e capannoni. Faye prepara intrugli guaritori e impara, con grande fatica e disgusto, a far nascere bambini. In mezzo a queste due figure genitoriali alquanto bizzarre, i sette figli crescono ignoranti e sporchi, …

Continue reading »
credits | Massimo Sestini

Attraversare il mare per non morire: libri e immigrazione

C’è un tema che mi sta molto a cuore e che mi provoca una netta dicotomia emozionale, dividendomi tra commozione e rabbia: l’immigrazione. Commozione di fronte agli occhi di chi percorre quel viaggio della speranza e spesso non riesce a giungere alla terra promessa; rabbia verso chi giudica dall’alto del privilegio di essere nato nel nord del mondo, ma anche verso le istituzioni che non sanno tendere la mano e aiutare concretamente. No, questo non è un post politico, quindi non approfondirò la mia personale visione del tema. Qui parliamo di libri, che spesso aiutano ad ammorbidire i preconcetti e danno il là per attraversare i confini delle proprie idee. Nella rubrica Similitudini darò spazio a quei libri uniti da un comune fil rouge; libri che ho letto e amato, che hanno cambiato il mio modo di pensare o lo hanno rafforzato nei propri solidi intenti. Oggi vi presento tre storie d’immigrazione, tre sogni di cambiamento, tre viaggi della speranza. Con una piccola ma sentita preghiera: leggete e condividete questi libri, regalateli più che potete, lasciateli liberi dove possano davvero cambiare l’ostinato pregiudizio di chi teme chi arriva da lontano. Buona lettura. Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio …

Continue reading »