Milano di carta di Michele Terruzzi

Milano di carta di Michele Turazzi

Perchè hai scelto Milano? Questa è una domanda che mi sono sentita fare per parecchi anni, dopo essere arrivata in città nel 2008. Le persone, di solito, si spostano per lavoro o per amore. Nel mio caso, nessuna delle due motivazioni è mai stata la risposta giusta. Nel 2008 ho scelto di trasferirmi a Milano perchè la mia vita romagnola mi annoiava un bel po’. Un grande amore era finito, un altro non era riuscito ad attecchire, il lavoro era fatto di facce sempre uguali e di azioni ormai mosse dall’inerzia. Era ormai giunta l’ora di partire e di trasferirsi in una nuova vita dai ritmi più frenetici e sicuramente ricca di possibilità di vivere nuove avventure. Arrivata da poco, una sera di primavera mi ritrovai a passeggiare per il centro di Milano con quell’amore che non era mai veramente sbocciato. Una serata imbarazzante, pregna dei silenzi di chi non aveva ben chiaro se lasciarsi andare o passare oltre. In nostro aiuto arrivò Piazza Duomo, desolata e spenta a quell’ora buia. La attraversammo in diagonale, come per affrettare l’arrivo alla fermata del tram che mi avrebbe riportata a casa, ancora una volta perplessa dai silenzi carichi di tutto e di …

Continue reading
Bucarest Romania libri da leggere

Bucarest e la Romania: i libri da leggere

Ogni tanto prendo una micro valigia e parto per qualche città da scoprire, già lo sapete. Quest’anno pare essere quello delle città con la B e dopo Barcellona a gennaio, a febbraio sono approdata a Bucarest. Prima di partire mi sono spesso sentita dire “Ma sei sicura di andare là? È una città orribile! Non c’è nulla da vedere, è sporca, triste, vuota… etc. etc”. Eppure il mio istinto, come sempre, mi diceva di non fidarmi dei giudizi altrui, quindi sono partita con la voglia di scoprire una città che prima del comunismo assomigliava alla più bella Vienna e che ancora oggi, dopo quasi trent’anni, fa fatica a riprendersi dalla dittatura di Ceaușescu. Tornata a casa e conquistata dai contrasti di Bucuresti, ho deciso di aggiungere alla mia lunga lista tre libri che, in modi diversi, mi riporteranno sugli enormi viali e nell’antico centro della capitale romena. Accadimenti nell’irrealtà immediata di Max Blecher Per chi decide di visitare Bucarest, è tappa fondamentale il Museo della Storia di Bucarest, dove capire le diverse trasformazioni subite dalla città e dalla nazione a causa di scelte politiche a dir poco azzardate. Ospitato in un palazzo neogotico del 1832, già residenza della festaiola famiglia …

Continue reading
romanzi su Barcellona

Tre libri da leggere prima di andare a Barcellona

Una delle cose belle di questo 2018 appena iniziato, è che sto per partire per Barcellona. Un viaggetto in solitaria di tre giorni, che mi porterà a scoprire il capoluogo della Catalogna proprio nei giorni in cui s’insedierà il nuovo governo. Ovviamente un governo indipendentista, ma questa è un’altra storia. Prima di partire, oltre che imparare a memoria la mia Lonely Planet, ho deciso di leggere (e rileggere) alcuni libri che sicuramente mi aiuteranno a comprendere meglio lo spirito di questa osannata città. Ecco quindi tre libri su Barcellona, che devono diventare le fondamenta di qualsiasi viaggio in quella direzione. Ne conoscete altri? Lasciatemi un commento! La famiglia Tortilla di Marco Malvaldi Iniziamo dal libro oggettivamente più utile, che non è un romanzo ma è scritto da un romanziere vero: la guida gastronomica dell’ironico Marco Malvaldi, pubblicata da Edt in una collana che vede anche nomi come Culicchia, Geda e Cognetti, è utilissima per prendere spunti sulle mete che appagano lo stomaco. In poco più di un’ora di lettura scopriamo la leggenda dei donut, la spiegazione scientifica del bubble tea e troviamo un lungo elenco indirizzi per fare colazione, merenda, un pranzo veloce e una cena gourmet. Un consiglio: verificate …

Continue reading