Tre libri da leggere prima di andare a Barcellona

Una delle cose belle di questo 2018 appena iniziato, è che sto per partire per Barcellona.
Un viaggetto in solitaria di tre giorni, che mi porterà a scoprire il capoluogo della Catalogna proprio nei giorni in cui s’insedierà il nuovo governo. Ovviamente un governo indipendentista, ma questa è un’altra storia.
Prima di partire, oltre che imparare a memoria la mia Lonely Planet, ho deciso di leggere (e rileggere) alcuni libri che sicuramente mi aiuteranno a comprendere meglio lo spirito di questa osannata città.
Ecco quindi tre libri su Barcellona, che devono diventare le fondamenta di qualsiasi viaggio in quella direzione.
Ne conoscete altri? Lasciatemi un commento!

La famiglia Tortilla di Marco Malvaldi

Iniziamo dal libro oggettivamente più utile, che non è un romanzo ma è scritto da un romanziere vero: la guida gastronomica dell’ironico Marco Malvaldi, pubblicata da Edt in una collana che vede anche nomi come Culicchia, Geda e Cognetti, è utilissima per prendere spunti sulle mete che appagano lo stomaco.
In poco più di un’ora di lettura scopriamo la leggenda dei donut, la spiegazione scientifica del bubble tea e troviamo un lungo elenco indirizzi per fare colazione, merenda, un pranzo veloce e una cena gourmet.

Un consiglio: verificate che i ristoranti citati da Malvaldi siano ancora effettivamente aperti, non si sa mai.

La famiglia Tortilla

autore: Marco Malvaldi
titolo: La famiglia Tortilla
editore: EDT – Allacarta | Food
pagg. 120
€ 8,90

L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón

L’ho letto nel 2004 e devo ammettere che ne ho un ricordo vago ma bellissimo.
Racconta la storia dell’undicenne Daniel, figlio di un libraio, che si ritrova ad adottare l’ultima copia esistente de L’ombra del vento, romanzo dello scrittore maledetto Julián Carax. Daniel s’immergerà a tal punto nella trama di quel romanzo, da diventarne ossessionato e spingendolo a ricercare altri libri e ulteriori informazioni sull’autore.
Attraversando una Barcellona grigia e malinconica, ferita dal regime franchista, Daniel diventa uomo e arriva a scoprire il misterioso segreto che si nasconde dietro Carax, rischiando la propria vita e quella del fidato amico e collaboratore Fermín Romero de Torres.
Un libro sui libri, un romanzo che racconta Barcellona facendocela sognare ogni notte.

Una curiosità: nella guida di Malvaldi si consiglia di fare un aperitivo nel caratteristico locale El Xampanyet, famosissimo anche grazie al romanzo di Zafon.

L'ombra del vento di Carlos Ruiz Zafon

autore: Carlos Ruiz Zafón
titolo: L’ombra del vento
traduzione: Lia Sezzi
editore: Mondadori
pagg. 419
€ 12,50

La Cattedrale del Mare di Ildefonso Falcones

Ne ho sempre sentito parlare con grande entusiasmo, per questo mi sono lasciata convincere a leggere più di 600 pagine per immergermi nell’atmosfera della Barcellona medievale.
Il lungo romanzo di Falcones, che ha pure avuto un seguito con Gli eredi della terra, racconta l’avventurosa vita di Arnau Estanyol, nato servo della gleba e divenuto, nel corso dei decenni, una figura di spicco della Barcellona del Quattrocento. La vita di Arnau, che entra a far parte della confraternita dei bastaixos (gli scaricatori di porto), va di pari passo con la costruzione dell’imponente basilica dedicata a Santa Maria del Mar, che oggi è meta di migliaia di turisti (ma anche di lettori devoti a Falcones e a Zafon) ed è esempio perfetto dello stile gotico catalano.

Una curiosità: pare che in una delle vetrate della Cattedrale del Mare sia raffigurato uno stendardo con i colori del F.C. Barcellona, in onore della squadra di casa. Quale vetrata? Cercatela nella seconda fila di finestre sulla parte sinistra dell’abside.

La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones

autore: Ildefonso Falcones
titolo: La cattedrale del mare
traduzione: Roberto Bovaia
editore: TEA
pagg. 642
€ 10

2 comments

  1. L’Ombra del vento è un libro immenso che ho molto amato.
    Della collana EDT viaggi gastronomici molto apprezzabili ho letto Londra e New York, anche se sono stata solo a Londra, sono davvero letture piacevoli.
    Buonissimo viaggio dunque!

    1. “L’ombra del vento” per me è un capolavoro e lo sto risfogliando con estremo piacere!
      Della collana EDT ho letto la Cina raccontata da Culicchia e mi ha molto divertita.
      Sarà un viaggio bellissimo, la Spagna è sempre meravigliosa e non vedo l’ora di atterrare.
      Ti abbraccio cara Sandra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *