Vincoli – Alle origini di Holt di Kent Haruf

Oggi si torna a casa. Oggi prendiamo ancora una volta la strada verso Holt, la piccola cittadina sperduta nell’infinita pianura del Colorado. Da oggi in libreria troviamo Vincoli, il primo romanzo di Kent Haruf, tradotto da Fabio Cremonesi e pubblicato da NN Editore. Vincoli È un Haruf diverso quello di Vincoli. Un Haruf che non ha ancora affinato quell’inconfondibile stile di scrittura che lo ha reso l’autore prediletto da molti lettori. Quella scrittura semplice, essenziale, pulita, capace di una profondità rara e tangibile, che ci ha fatto istintivamente amare la Trilogia della Pianura e Le nostre anime di notte. Siamo ancora a là, in quell’immaginaria pianura dall’orizzonte infinito, protagonista di tutti i romanzi di Haruf. Ma la storia che ci racconta questa volta il compianto scrittore americano, è oscura e terribile. Ci sono ancora le fragilità umane, le infinite sfumature dell’anima, le paure e i sogni, ma ogni cosa in Vincoli è tinta di nero. La famiglia come prigione, come luogo da cui è impossibile fuggire. I legami familiari, opprimenti e malati, che trasformano anche le persone migliori in ombre instabili ed evanescenti. È la storia di Edith e Lyman, sorella e fratello, cresciuti nella Holt dei primi anni del …

Continue reading
Meglio sole che nuvole di Jane Alison

Meglio sole che nuvole di Jane Alison

Non c’è donna single oltre i quaranta che non abbia pensato, almeno una volta, di chiudere definitivamente con le relazioni sentimentali. Per questo e per molto altro che nessun uomo – nemmeno il migliore – potrà mai capire, leggere Meglio sole che nuvole, il romanzo-diario di Jane Alison pubblicato da NN Editore, è stato come ricevere un’affettuosa e comprensiva pacca sulla spalla. Un abbraccio femminile, forte e solidale, che ha permesso agli occhi di sciogliersi e al sorriso di non arretrare. Meglio sole che nuvole Forse è un po’ troppo presto per avere i gatti come unico interesse sentimentale. Forse non è ancora il caso di congedarsi. J ha passato i famigerati anta, ha alle spalle un matrimonio fallito e un figlio mai nato. Vive nella lucente e rilassata Miami, in un enorme e datato complesso residenziale che è paradossalmente soprannominato Love Boat, come la nave che negli anni 80 televisivi portava i fortunati passeggeri in vacanza a Puerto Vallarta e magicamente li faceva innamorare tra loro. Sopravvissuta a relazioni sentimentali e sessuali complesse e in taluni casi addirittura svilenti, J trascorre le giornate tra la cura dell’anziano gatto incontinente, le lunghe passeggiate al ritmo ossessivo degli esercizi di Kegel, …

Continue reading
Salvare le ossa di Jasmyn Ward

Salvare le ossa di Jesmyn Ward

Si può leggere un romanzo di 300 pagine in meno di un fine settimana? Se quel romanzo è Salvare le ossa di Jesmyn Ward, in uscita oggi per NN Editore, le ore trascorse tra le pagine voleranno senza che ve ne rendiate conto. L’attesa dell’uragano Katrina diventerà la vostra ossessione, così come lo è stata per me. Salvare le ossa Salvare le ossa è il grande romanzo americano, quello che racconta la provincia più povera, popolata di gente ai margini della società. Persone dalle storie difficili, dal presente immobile e dal futuro incerto, le cui vicende sono però raccontate con una scrittura ricca e torrenziale, travolgente e affascinante, qui tradotta magistralmente da Monica Pareschi. La Ward racconta, in dodici capitoli, i dieci giorni che la famiglia Batiste vive nell’attesa dell’uragano Katrina e i due giorni successivi, quello della distruzione e quello del dopo. Il padre, dalla facile sbronza, è il novello Noè che pare vaneggiare, inascoltato, sull’arrivo della catastrofe. Papà è pazzo, penso, e quest’estate la sua ossessione sono gli uragani. L’anno scorso, dopo che una tromba d’aria aveva sfiorato un centro commerciale a Germaine, si era convinto che la costa del golfo sarebbe diventata un nuovo corridoio per gli …

Continue reading