Il terzo matrimonio di Tom Lanoye

Il terzo matrimonio di Tom Lanoye

Il terzo matrimonio è un romanzo del 2006 dello scrittore belga Tom Lanoye, tradotto e pubblicato in Italia da Nutrimenti in un volume veramente raffinato, come sempre accade quando si parla della casa editrice romana: un’edizione bellissima, con carta beige e un po’ ruvida al tatto, e all’interno la rappresentazione dei magnifici delfini che più volte incontreremo nel corso della lettura, raffigurati sulle maioliche art déco della doccia, testimoni inconsapevoli di crisi e amplessi. Il terzo matrimonio L’omosessuale Maarten Seebregs è anziano, malato, vedovo e povero.Una vera sequenza di disgrazie, dall’ultima delle quali cerca di uscire accettando una strana proposta da parte di un losco individuo: “Ti sposi con lei, abiti con lei, vivi con lei. Ma se la tocchi ti ammazzo”.In cambio di un’ingente somma di denaro, Maarten deve sposare una giovanissima ragazza africana per farle ottenere la cittadinanza belga. La caratteristica principale del mio paese natale… la sua assenza di talento nel fornire un’arena per un autentico dramma. Fin dove arrivava lo sguardo, non c’era una sola cosa, un solo luogo con un’urgenza di essere ripreso o di essere teatro di dialoghi significativi. E così, sullo sfondo grigio e desolato delle Fiandre inizia questa storia, raccontata senza false …

Continue reading
Il secondo ritorno di Giuliano Gallini

Il secondo ritorno di Giuliano Gallini

Giuliano Gallini, scrittore emiliano che ha esordito lo scorso anno con Il confine di Giulia, ha un vizio letterario molto piacevole: nei suoi libri racconta episodi della vita di importanti scrittori, che fanno parte del suo vissuto di lettore appassionato. Se nel romanzo d’esordio ci raccontava una vicenda amorosa di Ignazio Silone, ne Il secondo ritorno – in libreria ancora una volta per Nutrimenti – il protagonista è Joseph Conrad, alle prese con la difficoltosa revisione di un romanzo e con i dubbi esistenziali che ne hanno fatto un fine indagatore dell’animo umano. Il secondo ritorno Stanford-le-Hope, 10 novembre 1897. Il polacco Joseph Conrad, ex capitano di mare e oggi scrittore nella vecchia Inghilterra, è in crisi creativa. Dilaniato dai dubbi sul suo nuovo romanzo, Il ritorno, attende con trepidazione una lettera di Henry James, che gli indichi la giusta via per dare miglior forma al testo che sta occupando troppo spazio nei suoi pensieri ossessivi. Una storia particolare quella di Alvan Hervey, abbandonato con una fredda lettera dalla moglie, immediatamente pentita e ritornata al talamo nuziale. Una storia poco credibile secondo Jessie, la giovane e devota moglie di Conrad, considerata gretta e ignorante dalla società ma presenza importante e …

Continue reading