Articolo a cura di Paola Migliorino.

Il sogno, ultimo romanzo di Franck Thilliez, autore francese già noto per Il manoscritto sempre pubblicato da Fazi, è un incredibile e ipnotico thriller, che ci costringe ad una lettura quasi compulsiva, spinti dall’irrefrenabile bisogno di scoprire la verità, o – meglio – di avere la conferma che le nostre intuizioni investigative siano corrette.

Il sogno

Il risvolto di copertina già ci cattura con la presentazione della protagonista, Abigaël Durnan, psicologa specializzata nello studio di profili criminali, che spesso collabora con la Gendarmerie francese per la soluzione dei casi più complessi.

Ma Abigaël è anche vittima di una grave forma di narcolessia, che la porta ad addormentarsi improvvisamente e a non riuscire più a distinguere ciò che è realmente accaduto da ciò che ha soltanto sognato. La sua patologia si aggrava nel corso di un’indagine particolarmente delicata, relativa al caso di un orribile orco, rapitore seriale di bambini, che sembra agire secondo uno schema ben congegnato anche dal punto di vista temporale.

E lo stesso romanzo si rivela un’abilissima costruzione cronologica, con salti “guidati” lungo un’immaginaria linea del tempo, compresa fra due eventi principali che delimitano l’azione e la ricostruzione dei fatti.

Un nota dell’autore, infatti, rende protagonista il lettore, dando un senso al genere thriller, informandoci che nel corso della lettura passeremo dal capitolo 56 al capitolo 58 e che al termine del libro troveremo la spiegazione di questa scelta curiosa.

Cari lettori,
la lettura di un thriller è un viaggio che deve condurre negli sterminati territori della suspence e della paura. E in quei territori, che ormai conosco bene, io sarò la vostra guida.

Ecco quindi la fine di questa storia. O quasi. Chi vuole andare fino in fondo ha la possibilità di scaricare il capitolo 57 grazie a un codice di 7 cifre che è stato chiaramente citato da uno dei personaggi. Siete stati attenti durante la lettura?

Come un prestigiatore che coinvolge il pubblico presente in sala, Thilliez ci avvinghia pagina dopo pagina, costringendoci a ragionare con Abigaël, nel tentativo disperato e privo di ogni logica di aiutarla dipanare la matassa, noi stessi narcotizzati e confusi dai suoi stati catatonici e dal procedere della storia avanti e indietro nel tempo: lei non sa cosa sia reale, mentre noi non sappiamo cosa lei sappia a quel punto della storia!

Non possiamo quindi fare altro che seguirla in quel peregrinare smemorato fra luoghi lugubri e deprimenti, e assistere impotenti agli sforzi per risolvere l’enigma e stanare il colpevole, sforzi che la portano sempre più vicina alla soluzione, che poi evapora irrimediabilmente.

E come in un messaggio lasciato ad Abigaël – “Spero che tu trovi la verità tanto quanto desidero che tu non la scopra mai” -, da una parte desideriamo ardentemente arrivare alla fine della narrazione per rimettere tutti i tasselli al giusto posto e scoprire finalmente la spiegazione logica dei fatti, ma dall’altra vorremmo che questa storia non finisse mai.

Il sogno di Franck Thilliez

un libro per chi: ama le trame a incastro e accetta la sfida di risolvere anche questo enigma

autore: Franck Thilliez
titolo: Il sogno
traduzione: Federica Angelini
editore: Fazi
pagg. 510
€ 18.50


Paola Migliorino

Mamma di tre adolescenti e un cane, lavoratrice a tempo pieno e moglie stressata. Anche se si reputa giovane, Paola è una lettrice vecchia maniera: ama la carta, l’odore di un libro nuovo, le copertine coinvolgenti e le prefazioni. Siciliana di stanza a Milano, grazie ai libri viaggia nello spazio e nel tempo, senza limiti o barriere. Spesso, infatti, un libro la porta verso un altro, in una sequenza di passi del tutto casuale.

2 commenti

Manuela · 23 Settembre 2020 alle 16:09

Ciao, ho letto il libro due volte ed è stato un bene perché alcune cose non le avevo notate la prima volta, ma non sono riuscita a trovare il codice….. Non ho capito se sono 7 cifre o 7 numeri. Mi aiuteresti? Sono curiosa di leggere il capitolo 57.

    paola · 23 Settembre 2020 alle 20:09

    Ciao Manuela, sono 7 numeri…
    Ti do un indizio: li trovi nelle prime 100 pagine!
    Buona caccia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *