Come la gente normale di Hartley Lin

Come la gente normale di Hartley Lin

Dopo mesi di smart working, lontani dalla confusione del centro città e dei mezzi pubblici negli orari di punta, siamo davvero disposti a tornare alla vita di prima, pronti a metterci nuovamente in gioco ogni giorno e costretti a dimostrare chi siamo con la nostra presenza e partecipazione fin troppo attiva?Hartley Lin con il romanzo grafico Come la gente normale, appena uscito per Edizioni BD, punta il riflettore su quanto il lavoro possa fagocitarci, senza lasciarci il tempo di respirare. Come la gente normale Frances Scarland vive a Toronto e lavora come paralegale in un grande e studio, dove gli avvocati devono costantemente dimostrare la propria iper efficienza fatturando ore su ore, a discapito della vita privata.Frances condivide confidenze e casa con l’amica Vickie, attrice che vive alla giornata mossa più dai sensi (e spesso da un bicchiere di troppo) che dalla ragione, e ha una cotta per Peter, ex dell’amica ma sempre molto presente anche per lei. Il talento di Frances con le risorse umane non sfugge al misterioso e affascinante Marcel Castonguay, responsabile del reparto bancarotte e disposto a puntare su quella ragazza tanto meticolosa quanto mite ed empatica.Nonostante ciò, che dovrebbe rassicurarla di fronte al continuo turn …

Continue reading
Opera di Kyo Maclear e Byron Eggenschwiler

Opera di Kyo Maclear e Byron Eggenschwiler

In questi giorni sta ricominciando l’anno scolastico. Vedo i mezzi pieni di ragazzini e adolescenti, pronti ad affrontare un periodo della vita che ho sempre creduto di non voler rivivere mai. Opera, graphic novel scritta da Kyo Maclear, disegnata da Byron Eggenschwiler e pubblicata da Edizioni BD, per un’ora mi ha riportata alle scuole medie e, incredibilmente, ho provato un’inaspettata tenerezza, invece di un presumibile e fastidioso terrore. Opera Charlie sta frequentando l’ultimo anno delle scuole medie. L’entusiasta professore di musica ha assegnato alla classe un compito speciale: trovare la propria canzone, quella che più li rappresenti e li faccia stare bene. Un compito non semplice, perché sono davvero tanti i generi da cui attingere e perché il canto e la musica sono stati anche l’apparente causa dell’allontanamento di Luka dalla scuola. Luka, un ragazzo diverso da tutti gli altri. Eccentrico nel vestire, fin troppo curato per essere un adolescente, attratto dalle arti e dotato di una voce sublime, che non ha mai nascosto ai compagni, fino al giorno in cui la pressione degli sguardi altrui è diventata così pesante da rendergli insopportabile la presenza a scuola. Essere anonimi è meglio che essere un emarginato. Luka avrebbe fatto meglio a …

Continue reading