Marie aspetta Marie di Madeleine Bourdouxhe

Marie aspetta Marie di Madeleine Bourdouxhe

Oggi ho quegli occhi rari e luminosi, di chi ha letto la propria storia in un libro e si sente quindi profondamente compreso. Stanotte ho letto in anteprima Marie aspetta Marie, romanzo scritto nel 1940 da Madeleine Bourdouxhe e da oggi in libreria per Adelphi. Marie aspetta Marie Marie, se avesse un figlio, lo amerebbe con tutta la sua carne e tutto il suo cuore, ma non si rattrista né si rallegra di questa assenza. Non desidera un figlio come si ambisce a un ideale, non ama né il lusso né i ricevimenti, non ha vere amiche, non le piace scegliere le carte da parati, non crede alla felicità… Forse non le piace niente, e non aspetta niente… È un romanzo breve quello della Bourdouxhe, che in poco meno di 150 pagine ci racconta, con una scrittura delicata ed elegante, l’amore che Marie prova. Amore per il marito, amore per un amante giovane e appassionato, amore per la sorella, amore per se stessa e per la propria indipendenza morale ed emotiva. Sono pagine liberatorie, lucide ma carezzevoli, intense ma leggere, che scivolano via velocemente, lasciando nel cuore il suono e il gusto di parole belle e armoniose. Marie ama profondamente …

Continue reading
Castigo di Dio di Marcello Introna

Castigo di Dio di Marcello Introna

Ieri sera ho letto l’ultima pagina del secondo romanzo di Marcello Introna, pubblicato qualche settimana fa da Mondadori, e sono ancora qui che ci penso. C’è una sorta di turbamento che scuote i miei pensieri, una leggera sensazione di disagio che non mi lascia ancora. Mi succede raramente e solo quando leggo storie importanti. Castigo di Dio Questa è la Socia, qui tutti sono ciechi. Le pareti innanzitutto. Siamo pure muti e la maggior parte di noi è sorda. Molti sono morti, anche se camminano ancora, e altri non nasceranno mai. Sud Italia, Bari. Seconda guerra mondiale. Un’epoca storica buia e terribile, fatta di violenza e morte, di grande povertà e di poca speranza. Altroché Gomorra, nella Socia – palazzone fatiscente e maleodorante – covano dannazione e crudeltà. Amaro ne è l’indiscusso dittatore, la vera fonte del male. Un uomo sadico e disgustoso, privo di scrupoli e incapace di provare pietà. Amaro era l’ossido che aggredisce il metallo, lo scorpione in attesa sotto la sabbia, la putrescina della carogna di un cane, era la guerra, il razzismo, l’opportunismo. Il nazista che cavava denti d’oro ai deportati. È solo dopo poche pagine dall’inizio che conosciamo l’esatto istante in cui la sua …

Continue reading
A misura d'uomo di Roberto Camurri

A misura d’uomo di Roberto Camurri

Prendete la provincia americana di Kent Haruf, fatta di grandi solitudini, fragili cordialità e profonda solidarietà, aggiungeteci un tocco di Ligabue – quello del Bar Mario e di Radiofreccia – ed ecco a voi A misura d’uomo, il romanzo di Roberto Camurri pubblicato da NN Editore. A misura d’uomo A misura d’uomo è un romanzo corale, pregno di grandi dolori e di piccole malinconie; un diario di fatti, sentimenti ed emozioni spremuti con voracità dalla vita, per porgerceli poi su un piatto bollente, da cui attingere a piene mani nonostante il bruciore. A Fabbrico, paesello di 6.000 anime nella provincia reggiana, va in scena il triangolo amicale e amoroso di Davide, Anela e Valerio. Davide e Valerio si conoscono da sempre, sono amici fin da bambini, insieme hanno condiviso le contraddizioni e la fatica di crescere in una provincia che tanto dona e tanto toglie. Il loro legame, però, viene meno nel momento in cui Davide s’innamora, ricambiato, di Anela, anima leggiadra e al tempo stesso forte, capace, nel corso del romanzo, di non affondare mai e di reinventarsi attraverso l’amore e la passione. Attorno ai tre gravitano variegati satelliti umani: c’è Bice, la barista ultra ottantenne, c’è Giuseppe, il partigiano …

Continue reading