Donne che parlano di Miriam Toews

Donne che parlano di Miriam Toews

Da oggi in libreria, grazie a Marcos y Marcos, trovate questo romanzo sconvolgente. Un libro che ci costringe a scendere dal piedistallo della ragione e a metterci in discussione. Cosa faremmo noi donne contemporanee, se fossimo private della cultura, della libertà di pensiero e fossimo vittime di dogmi religiosi invalicabili, di fronte agli accadimenti raccontati da Miriam Toews in Donne che parlano? È da giorni che ci penso e ancora non ho trovato la risposta. Donne che parlano Sarei coraggiosa come Ona, Salomé, Agata, Greta, Mejal, Mariche, Neitje e Autje? Siamo in una comunità mennonita, in cui si parla il plautdietsch, un’arcaico tedesco ormai scomparso, e dove alle donne non è consentito andare a scuola per imparare a leggere e scrivere. I capelli rigorosamente raccolti, gli abiti dimessi, la privazione di qualsiasi forma di vanità e orgoglio, sono questi i principi di base a cui le donne devono attenersi, senza mai dimenticare che devono essere mogli e madri, sempre e soltanto pronte ad accudire mariti e figli, senza alcuna altra velleità di vita. Cosa è accaduto a queste donne? Perché si sono riunite in un fienile per discutere animatamente? Sono state ripetutamente stuprate per anni, nel cuore della notte, dopo …

Continue reading
Beautiful music di Michael Zadoorian

Beautiful music di Michael Zadoorian

Non mi stupirei se Beautiful Music diventasse un film, come già accaduto a The Leisure Seeker, portato sul grande schermo da Paolo Virzì. Il nuovo romanzo di Michael Zadoorian, in uscita domani 24 maggio per Marcos y Marcos, ricorda le atmosfere cinematografiche di film cult come Almost famous, I love Radio Rock e Alta fedeltà (a sua volta tratto dal romanzo di Nick Hornby, uno dei rari casi in cui il film è quasi meglio del libro) e conferma l’abilità narrativa dello scrittore americano, che ha il grande dono di empatizzare con noi lettori fino al punto di renderci entusiasti sostenitori di ciò che stiamo leggendo. Beautiful music La voce narrante è quella di Danny Yzemski, ragazzino che cresce nella Detroit tra gli Anni 60 e 70, sconvolta dagli scontri razziali e volta ormai a un epocale cambiamento. Danny è un ragazzo sveglio e maturo, pacato e così equilibrato da sembrare un anziano pensionato che ha fatto i conti con la vita, rifuggendo ogni emozione eccessiva. Ha un padre entusiasta e saggio, che lo sprona a mettersi in gioco prendendo qualche piccolo rischio, e una madre malinconica e bipolare, che sogna per lui un futuro al college e un buon …

Continue reading
Se Dio fosse una donna di Leon De Winter

Se Dio fosse una donna di Leon De Winter

Sarò brutalmente sincera: se questo libro non mi fosse stato direttamente messo tra le mani, sicuramente lo avrei snobbato trovandolo in libreria, pensando “No, non è il mio genere!”. E avrei fatto davvero molto molto male. Se Dio fosse una donna di Leon De Winter è un romanzo terapeutico e risolutivo – un vero e proprio specchio della vita – scritto magistralmente e pregno di spirito ebraico, acuto, sarcastico e sagace. Se Dio fosse una donna Il protagonista è Max Breslauer, ebreo di un quintale, orfano da poco di un padre decisamente ingombrante e ora a capo della SuperTex, l’azienda di abbigliamento low cost (e low quality) messa in piedi dal pragmatico genitore sopravvissuto all’Olocausto. Fin dalle prime pagine è evidente il disagio che quest’omone massiccio prova nei confronti della propria esistenza e della posizione che ricopre. Max ha atteggiamenti arroganti e scorbutici, si fa volere male da chiunque, incapace di mettere da parte saccenza e aggressività, che chiaramente nascondono una storia personale tutta da scoprire. È grazie a un evento scatenante improvviso, che coincide con le pagine più esilaranti del romanzo, che Max prende una decisione importantissima: richiamare la psicoterapeuta che lo aveva in cura fino a qualche mese …

Continue reading