fiore frutto foglia fango di Sara Baume

fiore frutto foglia fango di Sara Baume

Che libro strabordante di odori, rumori e colori è fiore frutto foglia fango di Sara Baume! Durante la lettura ho sentito i miei sensi mutare. Si sono acuiti e ogni odore del mondo è stata una nuova scoperta, ogni colore una nuova droga, ogni rumore un nuovo alfabeto. fiore frutto foglia fango Questa è la storia di due anime che si riconoscono e si ricongiungono. Due solitudini che si avvicinano e cercano di darsi forza l’un l’altra. Mi spaventano ancora quasi tutte le situazioni sociali. Cerco ancora di stare alla larga da funzionari in uniforme. Ho sempre avuto una faccia colpevole, un temperamento nervoso che insospettisce, anche quando sono innocente. Le sirene mi mandano in confusione; soltanto se vedo i lampeggianti rimpiango la luce fiacca e spossante delle lampadine a risparmio energetico. Ho paura di inghiottire ragni mentre dormo, che una tarma mi s’infili nell’orecchio, di rovesciare la merce esposta dal farmacista, che la macchina mi si guasti e blocchi la strada a due corsie nell’ora di punta. Ho paura dei minuscoli schermi che tutti hanno in tasca, della furia con cui vibrano e ringhiano. Ho paura dei bambini soprattutto; dei bambini. A parlare è Ray, un uomo di mezza …

Continue reading
Di ferro e d'acciaio di Laura Pariani

Di ferro e d’acciaio di Laura Pariani

Esce oggi in libreria un romanzo distopico che sono certa non passerà inosservato: Di ferro e d’acciaio di Laura Pariani, pubblicato dalla prolifica NN Editore, diventerà un classico del genere e sarà spunto di profonde riflessioni per tutti i suoi lettori. L’ho letto in anteprima e già dopo pochissime pagine sono stata fagocitata dalla trama, degna erede di grandi storie sconcertanti come 1984 di Orwell, Fahreneit 451 di Bradbury e La strada di McCarthy. Di ferro e d’acciaio Futuro prossimo. In un luogo che assomiglia tanto alla Lombardia, l’operatrice h478 (Lusine) controlla, tramite l’utilizzo di droni e telecamere, il lento vagare del soggetto-23.017 (Maria N), una madre disperatamente alla ricerca del figlio scomparso Jesus. Jesus è stato prelevato dalla Polizia Politica e Morale ed è stato incarcerato per aver espresso liberi pensieri in quello stato totalitario e ipercontrollato. La tortura e la morte lo attendono, perchè nel mondo in cui è nato non c’è spazio per chi coltiva il libero arbitrio. Un mondo dove ogni libertà è repressa, dove il piacere e il benessere provengono da pratici surrogati, dove la spiritualità non esiste e dei sentimenti non rimangono che croste asettiche, mentre il silenzio imposto viene spacciato per salutare. Stavo …

Continue reading
A misura d'uomo di Roberto Camurri

A misura d’uomo di Roberto Camurri

Prendete la provincia americana di Kent Haruf, fatta di grandi solitudini, fragili cordialità e profonda solidarietà, aggiungeteci un tocco di Ligabue – quello del Bar Mario e di Radiofreccia – ed ecco a voi il bel libro di Roberto Camurri. A misura d’uomo A misura d’uomo è un romanzo corale, pregno di grandi dolori e di piccole malinconie; un diario di fatti, sentimenti ed emozioni spremuti con voracità dalla vita, per porgerceli poi su un piatto bollente, da cui attingere a piene mani nonostante il bruciore. A Fabbrico, paesello di 6.000 anime nella provincia reggiana, va in scena il triangolo amicale e amoroso di Davide, Anela e Valerio. Davide e Valerio si conoscono da sempre, sono amici fin da bambini, insieme hanno condiviso le contraddizioni e la fatica di crescere in una provincia che tanto dona e tanto toglie. Il loro legame, però, viene meno nel momento in cui Davide s’innamora, ricambiato, di Anela, anima leggiadra e al tempo stesso forte, capace, nel corso del romanzo, di non affondare mai e di reinventarsi attraverso l’amore e la passione. Attorno ai tre gravitano variegati satelliti umani: c’è Bice, la barista ultra ottantenne, c’è Giuseppe, il partigiano che da sempre la ama; ci …

Continue reading